In questo sito utilizziamo dei cookies per rendere la navigazione più piacevole per i nostri clienti.
Cliccando sul link "Informazioni" qui di fianco, puoi trovare le informazioni per disattivare l' installazione dei cookies,ma in tal caso il sito potrebbe non funzionare correttamente.Informazioni
Continuando a navigare in questo sito acconsenti alla nostra Policy. [OK]
Aggiornato al 20/01/2020

È molto più bello sapere qualcosa di tutto, che tutto di una cosa; questa universalità è la cosa più bella.

Blaise Pascal

Televisione e contenuti: la sfida della convergenza.

03/09/2013

 

Il settore televisivo è chiamato ad affrontare processi di trasformazione radicale, che investono anche i business consolidati, in seguito all’emergere di nuove offerte e nuovi modelli di business, così come accaduto per gli altri media tradizionali.

I trend prevalenti sono peraltro apparentemente contraddittori: aumento dei consumi (ascolti) a fronte di una  diminuzione consistente dei ricavi, in particolare per gli operatori tradizionali (broadcasters).

Questo secondo aspetto è frutto del combinato della crisi economica, che incide, indipendentemente dai consumi, sulle risorse del sistema (in particolare la pubblicità) e dalla crescente competizione derivante dalla presenza di una molteplicità di operatori sia sull’offerta digitale lineare (terrestre), che nei cosiddetti servizi non lineari (a cominciare da quelli over-the-top via broadband).

Al contempo i progetti di razionalizzazione dello spettro (in particolare banda 700 e 800), a livello europeo e di coordinamento internazionale, pongono interrogativi sulla diffusione e sviluppo dei servizi audiovisivi in mobilità, settore in forte crescita, in particolare sui modelli di business che si affermeranno in questo ambito.

Infine, in termini di policy, la convergenza e la contemporanea presenza di operatori tradizionali (broadcasters) e nuovi entranti (over the top) pone questioni chiavi in termini di definizione di mercato e di uniformità/differenziazione della regolamentazione dei servizi non lineari (on demand) via broadband. Più in generale questo pone dei problemi anche in chiave di circolazione sulle reti a banda larga.

In sintesi i temi chiave che il settore dovrà affrontare sono i seguenti:

  • La trasformazione dell’industria
  • Il ruolo delle reti (broadcast, mobili, fisse)
  • Il ruolo di internet nell’evoluzione dei modelli di business
  • Collaborazione o competizione tra broadcasters (editori) e nuovi entranti (aggregatori)?
  • Sviluppo della domanda di banda e nuove reti di comunicazioni (NGN)
  • Diritti ed esclusive
  • Copyright
  • Mercato rilevante della televisione
  • Revisione della direttiva Audiovisual Media Service (Connected TV, OTT TV).

 

Inserito il:26/11/2014 11:38:37
Ultimo aggiornamento:04/12/2014 09:31:41
Condividi su
ARCHIVIO ARTICOLI
nel futuro, archivio
Torna alla home
nel futuro, web magazine di informazione e cultura
Ho letto e accetto le condizioni sulla privacy *
(*obbligatorio)
Questo sito utilizza cookies.Informazioni e privacy policy

Associazione Culturale Nel Futuro – Corso Brianza 10/B – 22066 Mariano Comense CO – C.F. 90037120137

yost.technology