In questo sito utilizziamo dei cookies per rendere la navigazione più piacevole per i nostri clienti.
Cliccando sul link "Informazioni" qui di fianco, puoi trovare le informazioni per disattivare l' installazione dei cookies,ma in tal caso il sito potrebbe non funzionare correttamente.Informazioni
Continuando a navigare in questo sito acconsenti alla nostra Policy. [OK]
Aggiornato al 27/05/2018

Tutti contro!

di Davide Torrielli

Pazzesco. Lungi da me dal prendere posizione personale politica che è altra cosa ma, il vedere in queste ore chi per anni ha perforato i propri occhi con delle travi cercare di far notare le pagliuzze in quelli di chi tenta faticosamente di ribaltare la nostra Nazione mette i brividi.

Hanno abolito la privacy?

di Gianni di Quattro

Il mondo si riempie di tecnologia, in modo che ormai tutti, di qualsiasi razza o continente o ceto sociale, camminiamo portandoci dietro un orologio, un telefono, un oggetto qualsiasi che può servire a individuarci, seguirci, controllarci e sapere cosa facciamo, chi incontriamo, ...

Nichilismo e caffè

di Federico Torrielli

Caffè Ieri mi sono alzato come ogni mattina, verso le sei, con la voglia di restare tutto il giorno nel letto. Mentre da una parte la forza di gravità vorrebbe che il mio corpo restasse disteso sul materasso, il mio cervello mi sprona ad attivarmi ed a rendere utile .....

Il misterioso linguaggio del cuore

di Simonetta Greganti Law

“Ecco delle piccole ancelle per il più bel fiore della mia vita” disse Colin Vincent offrendo un bouquet di margherite a sua moglie. Margaret accettò il regalo inaspettato sorridendo. Sapeva benissimo che nel linguaggio segreto dei fiori ....

Invece di “Vietato vietare” aiutiamo chi è contrario a qualcosa

di Mario Salmon

Cari lettori vi propongo di formare una associazione di volontari, senza, inizialmente, fine di lucro, ma, in futuro, trasformabile in una “for profit”. Non vi propongo idee nuove, innovazioni, cambiamenti vi propongo di ottenere ....

Le grandi famiglie: I Medici - 4

di Mauro Lanzi

Il fondatore Giovanni di Bicci de' Medici Chi si fosse aggirato per le strade di Firenze verso la fine del 1300, si sarebbe probabilmente imbattuto in un personaggio cortese, ma schivo, umile ed avveduto, che già godeva di una buona fama in città ....

Paleotermini addio! … si spera!

di Davide Torrielli

A me è sempre piaciuto coniare termini che si adattino in modo perfetto al concetto che rigira nel retrocranio o quello che ne rimane. È un'attività che da soddisfazione, che permette in pochi estremi e sintetici atti, di trasmettere concetti che la nostra ricchissima lingua .....

Segnalazione

Ombre

 

Ombre è un romanzo di Franco Pulzone che mette a confronto le diversità caratteriali tra l'uomo e la donna, nel sistema di vita sociale e dove sono presenti valenze autobiografiche che narrano della sua città.

Sono gli anni Sessanta, Alessandro Lopez è un progettista viareggino di software, separato e con un figlio, carattere inquieto, alla costante ricerca di un qualcosa che dissipi le ombre dei ricordi, degli affetti mancati o perduti. Elena è una giovane donna dinamica, bellissima e intelligente. La loro intesa è immediata, quasi scontata, una sapiente alchimia di sensazioni. Ma non è destinata a durare.

Attraverso i ricordi di Alessandro prima e di Elena poi, l’incanto della vita, al tempo stesso desiderata repressa agognata schiaffeggiata, si schiude come una rosa impavida al primo freddo d’autunno. Scorrono, così, in parallelo le loro vite segnate da scelte difficili, in bilico tra fantasia e inquietudine, incanto e disperazione, gioia e solitudine. Una fragile dicotomia di luce e ombra, che si rivela lungo una linea temporale scomposta dal vago sapore onirico.

Un romanzo originale, non sempre immediato, capace di regalare grandi emozioni.

Franco Pulzone è nato a Viareggio dove risiede tutt’oggi. Perito Industriale, dal 1965 al 2000 ricopre varie mansioni presso la Teti/Sip, poi Sip -Telecom, come assistente ai progetti/lavori e alle pubbliche relazioni. Appassionato politico, raggiunge i massimi vertici di rappresentanza governando la città di Viareggio. Artista versatile e poliforme, fin da giovane scrive riflettendo sull’attualità e pratica la pittura metafisica ottenendo importanti riconoscimenti. Il suo obiettivo – artistico e politico – è quello di realizzare una società civile più umana. È presidente dell’Associazione Culturale Medusa che si pone come obiettivo la valorizzazione delle risorse umane e geografiche del territorio versiliese.
Ha scritto le raccolte poetiche Vivi sempre il tuo giorno (2012), Passi dell’anima (2014) e Gocce d’ambra (2017), tutte edite da Giovane Holden edizioni; Marco Del Bucchia editore ha pubblicato nel 2015 la sua silloge poetica Polline d’Arcadia.

Non sono mancati i riconoscimenti letterari. Gocce d’ambra è stato premiato al concorso nazionale di poesia e narrativa “Talenti vesuviani” di Napoli e al concorso nazionale di poesia edita “Leandro Polverini” ad Anzio.

Pulzone è anche autore di prosa; del 2016 è La cruna delle stringhe (Giovane Holden), primo volume di una trilogia fantascientifica, mentre nel 2018 ha dato alle stampe – sempre con Giovane Holden, Ombre.

Mentre la sua poesia si caratterizza per un’intonazione post-ermetica e per la presenza di un forte simbolismo, la sua prosa è contrassegnata da una scrittura sottile e ricercata, in bilico tra realtà e visionarietà, nella quale l’autore introduce la logica del sogno.

Ombre si può acquistare su Amazon ed in Italia alla libreria "Mondadori”, alla libreria Lettera 22, entrambe a Viareggio oppure direttamente dall'editore Giovane Holden Edizioni (Viareggio).

Action Institute

La donna nei media: dallo stereotipo alla possibile rinascita sociale

di Jonathan Rossi

La Rai assicura […] la più completa e plurale rappresentazione dei ruoli che le donne svolgono nella società, nonché la realizzazione di contenuti volti alla prevenzione e al contrasto della violenza in qualsiasi forma nei confronti delle donne”.

Così recita l’articolo 9 “Parità di genere” del nuovo contratto di servizio 2018-2022 Rai. Un documento con il quale l’agenzia riconferma il proprio impegno nella battaglia contro gli stereotipi di genere e l’oggettivazione delle donne nella televisione nazionale. Un’affermazione di grande importanza considerando l’impatto che i mass media hanno nella formazione dell’immaginario collettivo sociale. Basti pensare a come, per tutta la seconda metà del Novecento, la televisione abbia offerto una vasta gamma di programmi accomunati da un’immagine del genere femminile relegata alla sfera privata, che trovava nel lavoro domestico l’emblema del proprio “io sociale”. Già nel 1979 l’UNESCO sottolineava come la rappresentazione della figura femminile trasmessa dai media fosse completamente distorta, con la donna prevalentemente impiegata come oggetto decorativo, dipendente dal proprio marito dal punto di vista finanziario e dedita esclusivamente alla cura della casa.

Continua la lettura all'URL:  http://www.actioninstitute.org/pubblicazione/la-donna-nei-media-dallo-stereotipo-alla-possibile-rinascita-sociale/

 

 

Home>
Scarica l'articolo in PDFgenera pdf
Inserito il:10/12/2014 20:55:07
Ultimo aggiornamento:27/10/2017 16:51:34
Condividi su
Ho letto e accetto le condizioni sulla privacy *
(*obbligatorio)

Ultimi pubblicati

nel futuro, web magazine di informazione e cultura nel futuro, archivio
Questo sito utilizza cookies.Informazioni e privacy policy
yost.technology