Aggiornato al 22/02/2024

Non sono d’accordo con quello che dici, ma difenderò fino alla morte il tuo diritto a dirlo

Voltaire

Immagine realizzata con strumenti di Intelligenza Artificiale

Clicca qui per ascoltare

Il 90% di questo articolo è stato redatto dal nostro nuovo collaboratore Novello Teofrasto: ogni commento sarà gradito.

 

Parchi Eolici: una primissima panoramica

di Novello Teofrasto

 

I parchi eolici, siano essi terrestri o offshore, rappresentano una componente fondamentale nella transizione verso fonti di energia più sostenibili e pulite. Le turbine eoliche, altissime strutture dotate di pale rotanti, sono progettate per convertire l'energia cinetica del vento in energia elettrica.

Caratteristiche Tecniche dei Parchi Eolici: Torri e Pale Eoliche

Le turbine eoliche, sia terrestri che offshore, sono composte principalmente da tre parti: la torre, le pale e il rotore (la struttura alloggiata in cima alla torre che contiene i componenti generatori di energia). Una singola turbina può generare da 1,5 a 9 megawatt di energia, a seconda delle sue dimensioni e della tecnologia impiegata.

Le torri eoliche possono variare notevolmente in altezza, in base alla loro ubicazione e al design. In genere:

  • Torri Terrestri: Le torri eoliche terrestri hanno un'altezza che varia tipicamente tra i 50 e i 100 metri. Queste dimensioni sono determinate in base alle condizioni del vento locali e alle limitazioni di trasporto delle componenti.
  • Torri Offshore: Le torri eoliche offshore sono spesso più alte rispetto a quelle terrestri, con alcune che raggiungono altezze di oltre 100 metri, fino a 200 metri. Questo perché, in mare aperto, i venti sono più forti e meno turbolenti a quote maggiori.

Dimensioni delle Pale Eoliche

Le pale delle turbine eoliche sono elementi cruciali per la cattura dell'energia del vento. Le loro dimensioni variano in base al tipo e alla capacità della turbina:

  • Pale per Turbine Terrestri: Le pale delle turbine terrestri possono variare da circa 20 a 50 metri di lunghezza. La lunghezza delle pale è direttamente correlata alla capacità di generazione di energia della turbina: pale più lunghe possono catturare più energia dal vento.
  • Pale per Turbine Offshore: Le pale per le turbine offshore sono generalmente più lunghe rispetto a quelle terrestri, spesso superando i 60 metri di lunghezza, con alcune delle turbine più recenti e avanzate che presentano pale lunghe fino a 80-100 metri. Queste dimensioni maggiori permettono di sfruttare in modo più efficiente i venti forti e costanti tipici degli ambienti marini.

L'Italia, con le sue lunghe coste e le sue zone ventose, ha un grande potenziale per lo sviluppo dell'energia eolica, sia onshore che offshore. Il governo e gli investitori privati stanno investendo risorse significative per sfruttare questo potenziale, nel quadro di una più ampia strategia di transizione verso fonti di energia rinnovabili e riduzione delle emissioni di carbonio.

Il settore dell'energia eolica ha visto una crescita significativa negli ultimi anni, con diversi parchi eolici importanti già in funzione e nuovi progetti in fase di sviluppo. Ecco un'overview dei parchi eolici più rilevanti in Italia e di alcuni progetti nuovi che sono attualmente allo studio.

Parchi Eolici Importanti in Italia

  1. Parco Eolico di Montalto di Castro (Viterbo): Uno dei più grandi parchi eolici terrestri in Italia, situato nel Lazio. Questo parco è noto per la sua capacità significativa di generazione di energia eolica.
  2. Parco Eolico di Andria (Puglia): Situato in Puglia, questo è uno dei parchi eolici più estesi della regione e gioca un ruolo importante nella produzione di energia rinnovabile nel sud Italia.
  3. Parco Eolico di Alta Nurra (Sardegna): Situato in Sardegna, questo parco eolico sfrutta i venti forti tipici dell'isola, contribuendo in modo significativo alla produzione di energia rinnovabile della regione.
  4. Parco Eolico di Avetrana (Taranto): Altro importante impianto in Puglia, caratterizzato da un elevato numero di turbine eoliche e da una notevole produzione di energia.
  5. Parco Eolico di Buddusò e Alà dei Sardi (Sassari): Il parco eolico più grande d'Italia, con 69 turbine e una potenza totale di 138 MW, è in grado di produrre circa 330 GWh all'anno

Progetti Nuovi e Futuri Sviluppi

In termini di nuovi progetti e sviluppi futuri, l'Italia sta esplorando attivamente sia l'espansione dei parchi eolici terrestri che lo sviluppo di parchi eolici offshore. Alcuni di questi progetti includono:

  1. Progetti Eolici Offshore nel Mare Adriatico e Tirreno: Ci sono piani per sviluppare parchi eolici offshore nelle acque del Mare Adriatico e del Tirreno. Questi progetti puntano a sfruttare i venti costanti marini per una produzione energetica più efficiente.
  2. Espansione di Parchi Eolici Esistenti: Alcuni dei parchi eolici esistenti in Italia stanno esplorando l'espansione attraverso l'aggiunta di nuove turbine e l'aggiornamento delle tecnologie esistenti per aumentare la loro capacità produttiva.
  3. Progetti Eolici Innovativi: Ci sono anche progetti per installare turbine eoliche flottanti, una tecnologia relativamente nuova che potrebbe aprire opportunità per l'installazione di turbine in aree marine profonde dove i tradizionali fondali non sono adatti.

In termini di contributo regionale, la Puglia, la Campania, la Calabria, la Basilicata, la Sicilia e la Sardegna ospitano il 91% delle centrali eoliche italiane, con la Puglia da sola capace di generare un quarto dell'energia eolica totale del paese.

Nel 2022, l'energia eolica in Italia ha mostrato un incremento nella sua capacità installata, raggiungendo 526 MW aggiuntivi. Questo ha portato l'Italia a mantenere un ruolo significativo nel contesto europeo dell'energia eolica, anche se il paese non ha raggiunto i livelli di altri paesi europei in termini di nuove installazioni.

Per quanto riguarda il 2023, ci sono state alcune evoluzioni notevoli. L’eolico è cresciuto del 12% rispetto al 2022. Il totale da energia eolica in Italia è stato di 20.920 GWh, dimostrando un continuo interesse a questa forma di energia rinnovabile.

In termini di energia rinnovabile nel suo complesso, nel 2023, l'Italia ha visto una significativa crescita. Da gennaio a novembre, le fonti di energia rinnovabile hanno contribuito per il 37,2% alla produzione elettrica totale del paese (105.491 GWh su un totale di 283.580 GWh) con un incremento del 15,2 % sull’anno precedente, mentre le non rinnovabili sono scese del 17,9 %.

​​​​​​​Criticità e Sfide

Nonostante i benefici, l'energia eolica si confronta con alcune sfide, come la necessità di spazio per l'installazione degli impianti e l'impatto visivo e acustico delle turbine. Anche la burocrazia e la politica influenzano lo sviluppo dell'eolico in Italia, con un ritmo di crescita che potrebbe non essere sufficiente per raggiungere gli obiettivi fissati per il 2030 e il 2050.

I parchi eolici offshore in particolare devono affrontare il costo elevato di costruzione e manutenzione. Le condizioni marine ostili, come forti venti e onde, possono rendere sia l'installazione che la manutenzione delle turbine particolarmente complesse e costose.

Da notare che alcuni fondi di investimento stanno già riconsiderando il loro impegno nei parchi eolici del nord Europa, a causa di questi alti costi operativi e di manutenzione, oltre che per la difficoltà di ottenere un ritorno sull'investimento soddisfacente. Il clima imprevedibile e i cambiamenti nelle politiche energetiche possono ulteriormente complicare la situazione, rendendo gli investimenti in questo settore meno attraenti.

Conclusioni

Nonostante queste sfide, l'energia eolica rimane una componente cruciale del mix energetico globale per raggiungere gli obiettivi di sostenibilità ambientale. Le innovazioni tecnologiche, come turbine più efficienti e resistenti alle condizioni marine, potrebbero ridurre i costi e aumentare l'attrattività degli investimenti. Inoltre, politiche governative favorevoli e incentivi possono giocare un ruolo chiave nel sostenere lo sviluppo di questa fonte energetica rinnovabile.

In conclusione, i parchi eolici rappresentano un settore in evoluzione, con enormi potenzialità ma anche sfide significative da superare. La loro capacità di contribuire significativamente alla lotta contro il cambiamento climatico dipenderà dalla capacità di affrontare queste sfide in modo efficace.

Fonti: terna.it, rinnovabili.it

 
Inserito il:10/01/2024 15:15:09
Ultimo aggiornamento:17/01/2024 11:29:12
Condividi su
ARCHIVIO ARTICOLI
nel futuro, archivio
Torna alla home
nel futuro, web magazine di informazione e cultura
Ho letto e accetto le condizioni sulla privacy *
(*obbligatorio)


Questo sito non ti chiede di esprimere il consenso dei cookie perché usiamo solo cookie tecnici e servizi di Google a scopo statistico

Cookie policy | Privacy policy

Associazione Culturale Nel Futuro – Corso Brianza 10/B – 22066 Mariano Comense CO – C.F. 90037120137

yost.technology | 04451716445