In questo sito utilizziamo dei cookies per rendere la navigazione più piacevole per i nostri clienti.
Cliccando sul link "Informazioni" qui di fianco, puoi trovare le informazioni per disattivare l' installazione dei cookies,ma in tal caso il sito potrebbe non funzionare correttamente.Informazioni
Continuando a navigare in questo sito acconsenti alla nostra Policy. [OK]
Aggiornato al 14/12/2019

È molto più bello sapere qualcosa di tutto, che tutto di una cosa; questa universalità è la cosa più bella.

Blaise Pascal

La parabola dei garagisti open.

In quel tempo, gli uomini erano soliti affidarsi ai garagisti, per la custodia delle loro autovetture.
Ritenendo così più al sicuro le loro automobili. Ma venne il giorno in cui bruciarono i registri degli enti nazionali automobilistici, che mantenevano gli elenchi delle autovetture immatricolate.
Allora il registro nazionale chiese a tutti i proprietari di automobili di comunicare le targhe dei propri automezzi al registro stesso.
Ma alcuni di essi, per ingenua e bonaria ignoranza, non sapevano di doverlo fare.
L'ente automobilistico nazionale, che aveva anche un registro dei garagisti, chiese anche a questi di attivarsi e comunicare le targhe delle vetture custodite, per aiutare la nazione a ricostruire più rapidamente il registro.
Molti garagisti  contattarono uno a uno i propri locatari, chiedendo il permesso di comunicare le targhe delle vetture custodite al registro nazionale.
E a permesso accordato, comunicarono le targhe dei locatari.
Altri garagisti, invece, si tennero in disparte, nell'attesa che fossero i singoli automobilisti ad attivarsi per comunicare la propria targa al registro nazionale. Ma il profeta allora disse: chi sarà secondo voi il garagista migliore?
Colui che di suo moto si sarà attivato collaborando con l'ente nazionale, e facendo un favore ai singoli automobilisti, o colui che nascosto ha atteso che fossero i singoli automobilisti ad adempiere al loro dovere, con forse maggiore difficoltà?
Solo chi sarà "aperto" nei confronti del prossimo avrà un futuro nella società della condivisione costruttiva, disse il profeta.

Inserito il:08/11/2014 22:04:20
Ultimo aggiornamento:18/11/2014 09:48:19
Condividi su
ARCHIVIO ARTICOLI
nel futuro, archivio
Torna alla home
nel futuro, web magazine di informazione e cultura
Ho letto e accetto le condizioni sulla privacy *
(*obbligatorio)
Questo sito utilizza cookies.Informazioni e privacy policy

Associazione Culturale Nel Futuro – Corso Brianza 10/B – 22066 Mariano Comense CO – C.F. 90037120137

yost.technology