In questo sito utilizziamo dei cookies per rendere la navigazione più piacevole per i nostri clienti.
Cliccando sul link "Informazioni" qui di fianco, puoi trovare le informazioni per disattivare l' installazione dei cookies,ma in tal caso il sito potrebbe non funzionare correttamente.Informazioni
Continuando a navigare in questo sito acconsenti alla nostra Policy. [OK]
Aggiornato al 10/04/2020

È molto più bello sapere qualcosa di tutto, che tutto di una cosa; questa universalità è la cosa più bella.

Blaise Pascal

Klaus Langer (Germania, ? – Monte Carlo) – Yes We Got Money

 

Cosa sta sbagliando Google?

di Alessandro Sottocornola

 

Cosa non va bene di Google, di Facebook, Amazon, Pinterest, Instagram e tanti altri attori del web?

Probabilmente non ve ne siete accorti, ma c'è una mutazione in atto da parte di Google. Parlo della società americana leader in ricerca sul web, ma potrei citare tutte le altre o quanto meno la più parte di loro.

C'è una lenta evoluzione di Google, assolutamente pianificata, assolutamente calibrata, ma inesorabile: Google sta cercando di monopolizzare tutto quello che tocca, tutto quello dove può trarre profitto.

Nella logica del libero mercato, sembra accettato silenziosamente dalla popolazione, che un operatore di settore possa di fatto monopolizzare un mercato.

Ecco che Google lo sta facendo in maniera molto aggressiva, in maniera continua e silenziosa, con la arroganza che produce l'avere una fortissima capitalizzazione e liquidità in pancia, che la rende sicuramente spavalda e molto determinata anche di fronte ad alcuni colossali fallimenti.

Ultimo fallimento su tutti è Google+: il social di Google che non è mai decollato. Chiuderà la parte privata per rimanere in piedi solo quella Business to business.

Se volete conoscere i fallimenti di google leggete qui.

Ma vi voglio stimolare un pensiero su due aspetti importanti.

Il primo: Google la chiama "user experience", esperienza dell'utente. Google dice in maniera netta e senza troppi giri di parole che si sta trasformando in un motore di risposte, ovvero cercherà di dare la risposta che l'utente vuole sentirsi dire e non un "motore di ricerca neutrale".

Ovvero le risposte sono cucite addosso a chi sta facendo la domanda, la ricerca.

La seconda: vi capita di parlare con un amico e trovarvi su Facebook o sui vari siti la pubblicità di quello di cui stavate parlando?

No, non vi spiano tramite i microfoni dei vostri cellulari o dei computer, ma semplicemente è la tremenda forza del remarketing, dell'incrociare i dati di più piattaforme. Così il re, voi tutti, è nudo.

Un approfondimento video eccolo qui.

Ma dove sta l'errore che stanno facendo i big della informatica?

Semplicemente non hanno creato la cultura negli utenti, non hanno spiegato bene che avrebbero cercato di prenderci tutti i dati personali per poi restituirci le risposte che stiamo cercando, semplicemente i dati ce li hanno presi nel tempo con mille servizi più o meno utili: google maps, che si è integrato con le ricerche di google, che si è integrato con il navigatore di google, che si è integrato con la posta elettronica gmail, che si sta integrando con le recensioni che ti chiedono sui singoli luoghi o sulle singole situazioni che hai visitato. E così via.

Adesso, se fate una ricerca di un hotel, Google vi mostra "in serp" ovvero vi mostra nei suoi risultati già una piccola mappa con i prezzi di alcuni Hotel, non di tutti, ma di quelli che ha scelto lui, Dottor Google, in base ai tuoi dati che lui ha in pancia: con indicazione dei prezzi e delle disponibilità.

Se volete sapere che dati ha Google di voi per esempio potete guardare a questo LINK .

Insomma se almeno ce lo avessero detto, avremmo avuto la prima informazione utile: la consapevolezza, la scelta consapevole.

Saluti

Il signorsotto

 

PS invece qualche dubbio sui vari dispositivi che state mettendo in casa che utilizzano i comandi vocali, Alexa, Google Home etc,

Ecco io ho preferito non installarli.

 

Inserito il:19/12/2018 10:21:05
Ultimo aggiornamento:19/12/2018 18:56:27
Condividi su
ARCHIVIO ARTICOLI
nel futuro, archivio
Torna alla home
nel futuro, web magazine di informazione e cultura
Ho letto e accetto le condizioni sulla privacy *
(*obbligatorio)
Questo sito utilizza cookies.Informazioni e privacy policy

Associazione Culturale Nel Futuro – Corso Brianza 10/B – 22066 Mariano Comense CO – C.F. 90037120137

yost.technology