In questo sito utilizziamo dei cookies per rendere la navigazione più piacevole per i nostri clienti.
Cliccando sul link "Informazioni" qui di fianco, puoi trovare le informazioni per disattivare l' installazione dei cookies,ma in tal caso il sito potrebbe non funzionare correttamente.Informazioni
Continuando a navigare in questo sito acconsenti alla nostra Policy. [OK]
Aggiornato al 20/01/2020

È molto più bello sapere qualcosa di tutto, che tutto di una cosa; questa universalità è la cosa più bella.

Blaise Pascal
paci-riccardo-sguardi-su-lipari.JPG
Riccardo Paci (1974 - ) - Sguardi su Lipari (2009)



Presenza aziendale nel web.


Parlare di presenza aziendale nel web è uno step fondamentale se si decide di essere presenti nella rete con un sito internet. Capire come proporsi, come arrivare al cliente finale, capire che linguaggio usare e che effetto potrebbe avere nel nostro business la presenza aziendale nel web, sono aspetti strategici che si devono analizzare prima di iniziare a spendere.

Parlo di presenza aziendale nel web all'interno di uno spazio culturale come nelfuturo.com, per cercare di arrivare ad un target molto vasto di persone che desiderano approfondire e analizzare il vero significato dell'avere un sito, di essere nei social, di investire nel mail marketing, cercando di trattare anche argomentazioni scomode da un punto di vista commerciale perché, a differenza di quanto vorrebbero farci credere i media, la presenza aziendale nel web ha senso solo e soltanto se è curata, se rientra in un progetto di marketing ben più vasto e prevede di trovare nel web ulteriori risorse per l'azienda stessa.

Curare la presenza aziendale nel web è un aspetto tutt'altro che semplice, tutt'altro che economico e deve sempre essere contestualizzata in base alle possibilità e alle aspettative aziendali.

Presenza aziendale nel web: il progetto

Il punto di partenza per avere una corretta presenza aziendale nel web è proprio quello di fare un progetto. Chiarire aspettative e obiettivi minimi da raggiungere, chiarire e contestualizzare il business che si vuole raggiungere, affrontando concetti come visibilità a pagamento (ppc tecnicamente) o visibilità naturale (seo tecnicamente).

La fase progettuale permette di capire anche di cosa stiamo parlando da un punto di vista economico, perché parlare di presenza aziendale nel web con siti fai da te, parlare di presenza aziendale nel web con aziende che propongono investimenti di poche centinaia di euro e fanno un po' tutto (seo, sem, presenza nei social, invio di newsletter) significa paradossalmente non parlare proprio di presenza aziendale nel web.

Parlare di progetto significa affrontare tematiche tecniche e capire bene cosa differenzia un sito fatto su misura da un sito fatto con pacchetti pre-confezionati (con estrema chiarezza sui costi); parlare di progetto significa fare proiezioni economiche, magari proprio interfacciandosi con le varie figure aziendali che seguono il marketing nel suo insieme; parlare di progetto significa avere e trovare nella presenza aziendale nel web un vero e proprio strumento di lavoro.

Gli aspetti scomodi da affrontare, contestualizzando nella medio-piccola impresa il nostro esempio, sono legati essenzialmente ai soldi.

Quanto costa la presenza aziendale nel web? L'errore di molti è quantificarla solo nel sito e sottovalutare l'aspetto tempo, perché serve un costante confronto con i responsabili aziendali, soprattutto se pensiamo di affidare il lavoro ad aziende esterne; l'errore di molti è voler spendere "poco" visto che si trova anche chi fa siti con poche centinaia di euro e di non pensare né ad un progetto né ad un post-messa in rete del sito, coordinando quindi social network, newsletter e altre forme pubblicitarie per arrivare al cliente finale.

Presenza aziendale nel web: il sito è solo un punto di partenza

Essere on line con il sito è solo il primo step di un progetto d'insieme che possiamo chiamare presenza aziendale nel web, aspetto che molti imprenditori non hanno chiaro e, purtroppo, non sempre per loro mancanze (non sempre ci sono consulenze trasparenti).

Uno dei "segreti" strategici è quello di capire bene cosa stiamo facendo o cosa sta facendo il nostro staff di consulenti e non dimenticare mai di guardare il tutto da clienti. Una presenza aziendale nel web deve essere sempre monitorata dai titolari, che sono gli unici a poter stabilire se quanto vedono rispecchia quello che sono e quello che fanno. Meno esperienza c'è nel settore, più è facile "giudicare" perché si tralasciano quei filtri tecnici che potrebbero falsare il commento finale.

Presenza aziendale nel web: un modo per comunicare con chi cerca

La scelta di essere presenti on line con slogan o frasi ad effetto non è più una scelta vincente perché chiunque, in pochi step, può cercare altrove quello che noi proponiamo e questo input deve servirci per capire che dobbiamo essere:

  • precisi
  • completi
  • chiari
  • esaustivi
  • il più vicini possibile al cliente che legge.

Il testo e l'ottimizzazione delle pagine che facciamo è l'unica arma che abbiamo per arrivare a comunicare con chi cerca i nostri servizi o vuole acquistare i nostri prodotti. Un cliente che arriva al punto vendita fisico è di norma accolto con un buongiorno ed ha subito a disposizione del personale per aiutarlo a scegliere o per avere consulenza; un cliente che arriva al sito deve trovare lo stesso contesto chiaro e preciso: non possiamo salutarlo, ma possiamo essere chiari ed esaustivi con il nostro testo che funge da buongiorno e da servizio offerto.

Io cliente cerco qualcosa e la trovo nel web sotto forma di una pagina che mi spiega, nel limite del possibile, quello che è importante sapere dosando le informazioni in base ai precisi fini commerciali.

Uno dei peggiori errori che rischia di compromettere la nostra presenza aziendale nel web è il dare per scontato, pensare che il cliente sa già tutto evitando così testi chiari e scritti per il web. È chi cerca che decide cosa leggere e noi dobbiamo sempre farci trovare pronti!

Presenza aziendale nel web: come capire chi scegliere?

Rischio di essere di parte su tale argomento, ma per capire chi scegliere per la nostra presenza aziendale nel web dobbiamo capire cosa ci viene detto, dobbiamo trovare una consulenza chiara e nel limite possibile precisa. Chi usa paroloni senza farci capire nulla gioca sul nostro non sapere mentre è importante avere sempre un confronto chiaro e preciso. Meglio spendere per una consulenza e capire che non siamo pronti per affrontare una presenza aziendale nel web curata che iniziare a spendere a singhiozzo e trovarsi a dover poi rifare tutto ex novo.

Un consulente fa chiarezza in poco tempo, ascolta le nostre esigenze e individua subito un percorso. Un consulente sa coinvolgere e sa consigliare, sa dirci cosa possiamo fare e cosa dobbiamo farci fare per arrivare al nostro cliente finale nel migliore dei modi.
Ricordiamo sempre che se il cliente finale non è soddisfatto del nostro modo di proporci, clicca su google e ripete la ricerca, trovando tantissime altre alternative.

Inserito il:05/03/2015 14:41:26
Ultimo aggiornamento:18/03/2015 19:50:43
Condividi su
ARCHIVIO ARTICOLI
nel futuro, archivio
Torna alla home
nel futuro, web magazine di informazione e cultura
Ho letto e accetto le condizioni sulla privacy *
(*obbligatorio)
Questo sito utilizza cookies.Informazioni e privacy policy

Associazione Culturale Nel Futuro – Corso Brianza 10/B – 22066 Mariano Comense CO – C.F. 90037120137

yost.technology