Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni dei cookie clicca su Informazioni
Continuando a navigare in questo sito acconsenti alla nostra Policy. [OK, ho capito]
Aggiornato al 23/09/2020

È molto più bello sapere qualcosa di tutto, che tutto di una cosa; questa universalità è la cosa più bella.

Blaise Pascal

Leon Zernitsky (Moscow, 1949 - Thornhill, Ontario, Canada) - Technology

 

L’A&T 2020 torinese dell’innovazione tecnologica: boom e ritardi

di Vincenzo Rampolla

 

A Torino, dalla fiera A&T (Automation & Technology) un messaggio per le PMI italiane: l'innovazione tecnologica e la formazione 4.0 sono assolutamente indispensabili per la sopravvivenza competitiva del settore manifatturiero e industriale.

Nella giornata conclusiva premiati i migliori progetti legati all’innovazione industriale su IoT (Internet of Things), Additive manufacturing e AI: 14 riconoscimenti assegnati a imprese, centri ricerca, startup e scuole del Comitato Scientifico Industriale di A&T in collaborazione con FCA e Talent Garden Torino.

Come innovare? Attraverso quali tecnologie? Con quali eccellenze tra i partner industriali? La risposta alle PMI italiane è arrivata alla Fiera A&T 2020 di Torino. Tre giorni al Lingotto con 16 mila visitatori (6% in più del 2019) con imprenditori, manager e esperti di tecnologie industriali immersi in soluzioni e prodotti di alto profilo tecnologico, presentate e commentate attraverso eventi, incontri e formule B2B (Business to Business) da oltre 400 espositori da ogni angolo d’Italia e dall’estero. Grande affluenza agli oltre 70 workshop specialistici, dedicati alle principali filiere della manifattura italiana, dall’automotive all’aerospace, dal food&beverage al farmaceutico-chimica e cosmesi, dall’alimentare all’energia, solo per avere un assaggio dei settori presenti.https://www.obiettivonews.it/wp-content/uploads/2019/09/coferlungo.jpg

La crescita della manifestazione nell’edizione 2020 è stata garantita da una ricerca presentata in anteprima dal Politecnico di Milano che ha evidenziato un ritardo significativo da parte delle PMI nei processi di digitalizzazione e innovazione 4.0: solo 26% delle circa 200.000 piccole medie imprese italiane possiede oggi il profilo di maturità digitale indispensabile per sviluppare seriamente e pienamente il proprio business, sfruttando le opportunità delle tecnologie. PMI al traino dunque, pur muovendosi i dati in senso opposto all’88% degli imprenditori che considera le innovazioni digitali fortemente necessarie per lo sviluppo aziendale.

La presenza del Sottosegretario al Ministero dello Sviluppo Economico, Gian Paolo Manzella, ha certificato un importante segnale: L’industria 4.0 è in cima all’agenda digitale del Governo e i CC (Competence Centres) e i DIH (Digital Innovation Hubs) sono centrali nel processo di accompagnamento alla digitalizzazione delle imprese, soprattutto PMI, e sulla formazione e specializzazione delle competenze attuali e future. Messaggio chiaro e realistico indirizzato alle imprese, alle Istituzioni e agli operatori che A&T ha voluto coinvolgere a partire da CC e DIH.

A chiusura della Fiera la Cerimonia di consegna del Premio Innovazione 4.0, alla IV edizione: oltre 120 i progetti innovativi trasmessi al Comitato Scientifico Industriale di A&T, con il Presidente Alberto Baban che con il suo team di specialisti in tre mesi ha valutato e selezionato le migliori proposte legate alla trasformazione digitale.

In totale 14 i progetti premiati: imprese, startup innovative, scuole superiori e ITS hanno ricevuto il premio FCA e Talent Garden Torino, illustrando al grande pubblico la loro idea di innovazione industriale. Il futuro è qui ora, è a Torino. Siamo la risposta reale e concreta alle esigenze delle piccole e medie imprese italiane in tema di digitalizzazione e innovazione 4.0 – ha detto Luciano Malgaroli, Ceo della Fiera A&T – Un evento che non si esaurisce in questi tre giorni, ma che proseguirà tutto l’anno con l’organizzazione di eventi e incontri business dedicati alle imprese che operano su tutto il territorio nazionale nelle principali filiere produttive. Tutto questo ha come unico obiettivo quello di aiutare le imprese, soprattutto le micro e le piccole, a comprendere i vantaggi competitivi di un processo industriale digitalizzato, che punta sia sugli investimenti in nuove tecnologie sia in tema di competenze, scegliendo di innovare, ovvero di puntare al futuro invece che al presente. Diamo l’appuntamento con la 15° edizione di A&T, dal 10 al 12 febbraio 2021.

I risultati del Premio Innovazione 4.0 alle aziende vincitrici inducono alla riflessione sulle forti potenzialità del settore innovazione, con l’Italia tuttora fanalino di coda nell’UE:

Categoria AZIENDE

1° Classificato

IoT per il monitoraggio integrato degli edifici: il prefabbricato intelligente (Umbra Control Srl), (Manini Prefabbricati S.p.A.). Si tratta di un sistema intelligente per il monitoraggio della risposta strutturale di edifici prefabbricati, finalizzato alla prevenzione del danneggiamento mediante tecnologie abilitanti dell’ICT e dell’IoT.

2° Classificato

Piattaforma integrata per chirurgia corneale iVis Suite. Premi assegnati a: CEO, R&D Manager, un Biomedical Engineer, quattro Software Engineer, due Electronic Engineer e un Mechanical Engineer; iVis Technologies srl e LIGI Tecnologie Medicali srl.

3° Classificato

SERVOFLY: Dispositivo in stampa 3D per volare oltre le barriere. Premi assegnati a: CEO, al co-proprietario AIDRO srl, a un Pilota - Ministero della Difesa, a un Meccanico e pilota acrobatico – Aeroporto di Fano, a un Progettista 4D-outpost e al Presidente di TecnoElettra Impianti srl.

Categoria START-UP

1° Classificato

Dynamic Wireless Charging: ricarica batterie rapida, sicura e ecologica 4.0. Premio a tre Co-founder e all’Electrical Project Engineer di ENERMOVE srl. Il sistema rende possibile l’alimentazione del veicolo in modo continuo, permettendo la ricarica della batteria e eliminando la necessità delle soste per la ricarica. L’uso del sistema ENERMOVE offre altri vantaggi: l’installazione del sistema in sostituzione dei classici plug-in elimina tutte le operazioni di sgancio/aggancio del connettore con notevole aumento della praticità, riduzione dei tempi morti e aumento della sicurezza per l’operatore.

2° Classificato

INBODY: scanner 3D per l’analisi posturale e scoliotica. Premi assegnati a sette specialisti della BeyondShape Srl.

3° Classificato

Monitoraggio della qualità in produzione in ambito automotive. Premi assegnati al Chief Executive Officer, al Responsabile tecnico, al Sistemista delle Reti & Server-Side Developer, allo Sviluppatore Android/Ios - Nexus TLC Srls.

Categoria RICERCA & UNIVERSITÀ

1° Classificato

Produzione additiva di stampi per componenti aerospaziali. Premi assegnati a Roboze e a Leonardo Company. Realizzazione di uno stampo in Carbon Peek per la laminazione del carbonio in Leonardo Aerostrutture. Obiettivo della tecnologia è abbattere tempi e costi acquisendo maggiore flessibilità progettuale.

2° Classificato

Sistema innovativo di tracciatura dei prodotti alimentari lungo l’intera filiera (progetto PIemuNt Ina - PININ), premi a CEO e H&S Custom e ad altri 12 partner costituiti in ATI, tra cui 2 Dipartimenti della Università di Torino, DISAFA e INFORMATICA.

3° Classificato

Digitalizzazione della conoscenza di processo, verso un Digital Production Manager (DiPMa). Premi a un PhD Candidate – R&D engineer e a un docente del Politecnico di Milano.

Categoria ITS

1° Classificato

Progetto R.A.M.I. Rete Aziendale Macchine integrate - #PROJECT4.0. Sviluppo processi e integrazione macchinari, con l’obbiettivo di incrementare la produttività e migliorare la gestione operativa dell’azienda Fondazione ITS - La Spezia

 

Categoria SCUOLE

1° Classificato

RESS – Renewable Energy Sharing and Saving - ITT G. Giorgi, Brindisi – Classi 4a/5a sez. B Elettronica.

Il progetto prevede di installare presso ogni centro abitativo un misuratore di potenza e un controllore locale, in grado di colloquiare con gli altri e quindi di sapere in ogni istante se vi sia un surplus/carenza di potenza nella comunità e di localizzare la zona coinvolta. Sulla base dei dati raccolti il controllore può inviare parte dell’energia prodotta localmente verso altri utenti, o riceverne. Contemporaneamente può spegnere/modulare alcuni carichi locali non prioritari e colloquiare con l’utente che, in tempo reale, anche da remoto può monitorare la situazione e modificare le priorità dei propri carichi utilizzando un’interfaccia user friendly. Gli utenti della comunità possono in tal modo condividere l’energia da essi stessi prodotta, oltre a eventuali stazioni di accumulo, senza interessare la rete del Distributore e accedendo a quest’ultima solo in caso di necessità che non copribili internamente. Allo scopo di ottenere la massima facilità di utilizzo, il sistema è in grado di interfacciarsi con i normali apparecchi installati in un’abitazione (TV, computer) per segnalare eventi e dati di funzionamento.

2° Classificato

202004 – Smart-foro: il semaforo intelligente

Premiazione di cinque studenti della Classe IV Elettronica – Istituto internazionale Edoardo Agnelli Torino – Istituto Tecnico Industriale.

Categoria VOTI DEL PUBBLICO

1° Classificato

Zero Defect Manufacturing in ambito alimentare: AI applicata all’industria molito (trasformazione del grano in farina). Premio assegnato allo Sviluppo tecnologie industriali – Molino Casillo spa, all’Innovation Manager – GEM ICT srl, al CEO – Idea 75 srl e al Rettore e Professore Ordinario - Politecnico di Bari.

I4M è un progetto con obiettivi di innovazione tecnologica e ottimizzazione dei processi molitori. Idea75 ha sviluppato una strategia di controllo real-time integrata nell’automazione degli impianti molitori del Gruppo, con l’obiettivo di fornire un feedback qualitativo al processo. La tecnologia scelta per il raggiungimento degli obiettivi è costituita dalla spettroscopia del vicino infrarosso (NIR – Near InfraRed), che da anni viene utilizzata in laboratorio per analisi di routine nell’industria agrifood.

2° Classificato

Implementazione di una logica di controllo per ottimizzare la frenata rigenerativa (nota: il freno rigenerativo è un particolare tipo di freno che recupera energia utile estraendola da una quota di quella che si dissipa normalmente in aria durante il rallentamento del veicolo).

Premi assegnati a due Technical Manager di eProInn e a due Senior Research & Development Engineer del NetCom Group SpA.

(consultazione: redazioneobiettivo news, la stampa, sole24ore)

Inserito il:19/02/2020 10:35:37
Ultimo aggiornamento:19/02/2020 10:58:15
Condividi su
ARCHIVIO ARTICOLI
nel futuro, archivio
Torna alla home
nel futuro, web magazine di informazione e cultura
Ho letto e accetto le condizioni sulla privacy *
(*obbligatorio)
Questo sito utilizza cookies.
Cookie policy | Privacy policy

Associazione Culturale Nel Futuro – Corso Brianza 10/B – 22066 Mariano Comense CO – C.F. 90037120137

yost.technology