In questo sito utilizziamo dei cookies per rendere la navigazione più piacevole per i nostri clienti.
Cliccando sul link "Informazioni" qui di fianco, puoi trovare le informazioni per disattivare l' installazione dei cookies,ma in tal caso il sito potrebbe non funzionare correttamente.Informazioni
Continuando a navigare in questo sito acconsenti alla nostra Policy. [OK]
Aggiornato al 22/07/2019

È molto più bello sapere qualcosa di tutto, che tutto di una cosa; questa universalità è la cosa più bella.

Blaise Pascal

Nick Banks (London, 1961 - ) – Family Television

 

La TV alla sfida dell’innovazione: come cambierà il mercato TV nei prossimi anni

di Augusto Preta

 

Il 2017 è stato per la Tv italiana un anno di transizione, dopo la forte crescita dell'anno precedente con una diminuzione dell'1% dovuta soprattutto ai minori ricavi generati dal canone (da 100 e 90 euro l’anno nella bolletta luce per un complessivo -10%), e un aumento dell’1% se si considerano solo pubblicità e pay TV.

Nei prossimi due anni, secondo un recente studio ITMedia Consulting, in termini di piattaforme, il dato più significativo riguarda la Broadband TV che nel 2019 diventerà la modalità primaria di accesso alla tv in 3,5 milioni di abitazioni, superando la DTT nell’offerta pay TV.

In termini di risorse le previsioni di ITMedia Consulting rilevano come il mercato riprenderà a crescere, ma in misura inferiore al passato. La pay-TV, nonostante il calo della DTT, continuerà a crescere più di ogni altra risorsa e grazie alla Broadband TV, che traina il mercato, rafforzerà la sua leadership.

Sky, Mediaset e Rai continueranno a spartirsi ancora nel 2019 il 90% del mercato complessivo anche se perderanno due punti percentuali, in conseguenza allo sviluppo degli operatori “tematici” free nel digitale terrestre e nella Broadband TV.

Sky si conferma il principale attore sul mercato, aumentando il divario da Mediaset e Rai. Gli Altri Operatori crescono fino a superare il 10%.

Nella pubblicità Mediaset rimarrà il principale operatore, con oltre la metà delle risorse, mentre nella pay-TV Sky non vedrà intaccato il suo primato, pur con una tendenza a una leggera riduzione. Cresce la quota Altri Operatori.

Il mercato cresce e si trasforma alla luce delle innovazioni tecnologiche: offerta personalizzata multipiattaforma e multischermo, canali tematici, servizi non lineari e a richiesta (VOD) diventano una componente sempre più significativa del consumo televisivo.

Solo gli operatori che saranno in grado di sfruttare al meglio le sfide tecnologiche dei prossimi anni secondo ITMedia Consulting potranno aspirare a giocare un ruolo centrale in questo nuovo scenario.

 

Scarica l'articolo in PDFgenera pdf
Inserito il:19/01/2018 10:06:48
Ultimo aggiornamento:19/01/2018 10:34:39
Condividi su
Ho letto e accetto le condizioni sulla privacy *
(*obbligatorio)
ARCHIVIO ARTICOLI
nel futuro, archivio
Torna alla home
nel futuro, web magazine di informazione e cultura
Questo sito utilizza cookies.Informazioni e privacy policy

Associazione Culturale Nel Futuro – Corso Brianza 10/B – 22066 Mariano Comense CO – C.F. 90037120137

yost.technology