In questo sito utilizziamo dei cookies per rendere la navigazione più piacevole per i nostri clienti.
Cliccando sul link "Informazioni" qui di fianco, puoi trovare le informazioni per disattivare l' installazione dei cookies,ma in tal caso il sito potrebbe non funzionare correttamente.Informazioni
Continuando a navigare in questo sito acconsenti alla nostra Policy. [OK]
Aggiornato al 21/08/2019

È molto più bello sapere qualcosa di tutto, che tutto di una cosa; questa universalità è la cosa più bella.

Blaise Pascal

Susan Brown Slizys (USA, Art signature name) - Blockchain Universe

 

Criptovalute News - Marzo 2019

Mercati, finanza e relazioni societarie, eventi di rilievo nel mondo

a cura di Vincenzo Rampolla

 

Usa. J.Dorsey Presidente di Twitter & Square, piattaforma di pagamento di criptovalute, assume specialisti in criptovalute e progettisti di sistema offrendo compensi in valuta digitale.

Obiettivo è lavorare a tempo pieno e da qualsiasi sede di lavoro su Bitcoin e Crypto per rendere più ampio l'ecosistema crittografico, contribuendo allo sviluppo della Comunità Bitcoin (BTC) più che agli interessi commerciali dell’azienda. Nel 2018 T&Square ha registrato un fatturato di $166 M con oltre $52 M di vendite di Bitcoin per il 4° trimestre, superando il 3°di $9 M e il 2° di oltre $15 M. I profitti netti sulle operazioni di Bitcoin sono stati inferiori al previsto a causa degli elevati costi di acquisto. In marzo un autorevole operatore ha predetto che Bitcoin potrà diventare la valuta naturale per Internet.

Lo stesso Dorsey in un podcast ha dichiarato di investire ogni settimana $10.000 su Bitcoin sostenendo la Stacking Sat Saturday, una nuova moda che porta i clienti a acquistare $25 in BTC ogni settimana per incentivare la diffusione delle criptovalute. Dorsey è noto per la sua convinzione che Bitcoin sia la valuta naturale di Internet: Bitcoin è qualcosa nato su Internet, sviluppato su Internet e testato su Internet ... È di Internet. Già a maggio 2018 aveva affermato che le valute virtuali erano il futuro di un mezzo di pagamento globale, legale e regolare.

Recentemente, E.Kaspersky, Presidente della Kaspersky, leader americana della sicurezza informatica, ha dichiarato: Credo nel futuro e già in questo secolo il mondo sarà unito sotto un unico governo, che avrà forse una singola moneta digitale, anche se il pianeta non è ancora pronto per questo passo.

Mercato globale. La capitalizzazione dell’intero mercato delle criptovalute ha sfiorato due volte il minimo di $145 B (Billion, miliardi). È positivo il fatto che non abbia registrato nuovi ribassi, indice di una ridotta volatilità alle soglie più basse e della tendenza alla formazione di una base relativamente stabile.

La ripresa è alle porte, sostenuta dal miglioramento dei fondamentali. L’attenzione degli investitori dovrebbe essere diretta alle criptovalute che iniziano un nuovo trend al rialzo e lo sostengono: È sempre meglio cavalcare il toro al rialzo più che contare su le valute deboli o in perdita, dichiara la neo nata Fidelity Digital Assets, società di analisi di mercati finanziari.

Dopo l’intervista a 450 Istituti Finanziari ha rilevato che il 22% ha già in portafoglio una criptovaluta e facilmente raddoppierà la propria quota nei prossimi 5 anni. Alcuni analisti ritengono che se i prezzi confermeranno la stabilità a un minimo, indurranno gli investitori ad approfittarne. Un'occhiata ai top performer di metà marzo porta a pensare a un’inversione di tendenza al rialzo.

Facebook coin. R.Sandler analista finanziario Internet della Barclays ha condotto un’approfondita analisi sul progetto in corso della criptovaluta per Facebook. Se lanciata, entro il 2021 potrebbe potenzialmente aumentare il fatturato di $19 B favorendo il prezzo delle azioni intascate nel 2018 dopo una serie di scandali. Sandler prevede che l’ipotesi di entrate basate sulla crittografia in questo momento storico è assolutamente necessaria per la società e sottolinea che qualsiasi flusso di entrate privo di pubblicità potrebbe essere percepito bene dagli azionisti di Facebook. La stima di vendite più conservativa per la nuova moneta è di $3 B. Sviluppata dall'azienda californiana The Menlo Park nel 2010, la gestione dei crediti rappresentava per gli utenti una moneta virtuale che consentiva loro di pagare anticipatamente con le valute nazionali per lasciare che Facebook reinvestisse poi in acquisti in-app. È previsto che Facebook sostenga l’onere dei costi di interscambio tra le valute correnti e la sua nuova criptovaluta, valutando il rischio di ridurre la redditività del business.

La prima versione del progetto di Facebook coin potrebbe essere una moneta monouso per micro-pagamenti e trasferimento di denaro peer-to-peer nazionale, simile ai crediti originali del 2010, versione valutata superiore alle precedenti ambizioni di Facebook e messa a punto da D.Marcus, ex presidente di PayPal e leader della blockchain di Facebook e del cripto Team.

Con le recenti assunzioni di un nutrito numero di dipendenti dalla Chachaspace anche Bloomberg sostiene Facebook con un rapporto emesso in occasione dello sviluppo interno della propria crittografia nel dicembre 2018 e il NY Times rivela che Facebook spera di riuscire dove Bitcoin ha fallito, con il suo progetto crittografico di massima segretezza. È già trapelata la notizia di uno stablecoin che 50 nuovi dipendenti stanno sviluppando e che incorporerà le 3 app di proprietà di Facebook: WhatsApp, Facebook Messenger e Instagram.

Usa. Bitwise Asset Mgmt, fornitore di fondi indicizzati alla criptovaluta BTC, in una relazione trasmessa alla SEC (Security and Exchange Commission - Commissione di Borsa Usa) propone la modifica di alcune regole da applicare in occasione dell’annuncio del fondo ETF (Exchange Traded Fund) Bitcoin. I dati del rapporto sostengono la tesi dell’esistenza di un apparente volume di scambi giornaliero di Bitcoin di $6 B, segnalato attraverso i mercati spot non regolati: sono falsi scambi che mascherano i volumi reali.

La stragrande maggioranza del volume segnalato è inesistente o riferito a operazioni di lavaggio di transazioni finanziarie illecite. Bitwise ha raccolto una grande quantità di dati sospetti tratti dal CMC (Coin Market Cap) nota fonte di statistiche crittografiche, che dà una errata impressione delle dimensioni reali del mercato Bitcoin. Bitwise afferma che circa il 95% del volume degli scambi non regolamentati sembra essere di natura falsa o non economica e che il mercato reale del BTC è significativamente più piccolo, più ordinato e più regolamentato di quanto comunemente pubblicato, ammontando in realtà a $273 M.

Gran Bretagna. La startup britannica Acre Software ha raccolto circa $6,5 M ​​ per fare adottare ai consulenti la tecnologia blockchain nei contratti di mutui e assicurazioni. Circa 75% dei mutui in GB viene raccolto da consulenti e l'azienda mira a sostenere la loro posizione con un servizio per l’utente rapido e di qualità. Secondo quanto riferito, Acre utilizza la blockchain per memorizzare in modo irreversibile tutti i dati relativi alla stipula dei mutui.

L'investimento proviene dalla società di consulenza finanziaria Sesame Bankhall Group (SBG), forte di più di 11.000 consulenti nel Paese. Si stima che il fatturato annuo della SBG ammonti a circa $4,5 M. Nell'ottobre 2018 i mutui sono stati alla base dell’obiettivo di modernizzazione e di decentramento con l’uso della tecnologia blockchain. Secondo la società di certificazione Big Four PWC la tecnologia blockchain potrebbe eliminare i costi e i rischi di gestione, produrre registrazioni di transazioni certificate e non modificabili oltre a consentire una trasmissione di alta qualità e pressoché istantanea.

Svizzera. La banca ipotecaria svizzera Hypothekarbank (Hypi) di Lenzburg ha stretto un accordo con il gestore patrimoniale svizzero TokenSuisse per ampliare l'offerta di servizi della banca per le imprese crittografiche e blockchain.

Singapore. KuCoin società di scambio di criptovalute e Simplex, società israeliana di elaborazione di pagamenti, si sono associate per consentire agli utenti di acquistare le seguenti criptovalute in dollari e in euro con carta di credito: Bitcoin (BTC), Ethereum (ETH), Ripple (XRP), Bitcoin Cash ABC (BCHABC) e Litecoin (LTC). Il servizio è disponibile in più di 100 paesi.

Simplex ha uffici in GB, Usa e in Lituania e fornisce servizi di elaborazione dei pagamenti per le società: Shapeshift (società svizzera attiva dal 2013 nella compravendita a livello mondiale di beni digitali con piattaforme web e mobile), Litecoin Foundation (società di Singapore che opera nella sicurezza alimentare e presente in Canada, Usa, Italia), Xapo (società con sede a Zurigo specializzata in portafogli di criptovalute e carte di debito per BTC) e Changelly (società di origine ceca leader nel settore dell’interscambio tra criptovalute e nella conversione in tempo reale in valuta corrente).

A novembre 2018 KuCoin ha raccolto finanziamenti per $20 M per realizzare la piattaforma 2.0 e a inizio 2019 ha costituito Binance società di scambio di criptovalute e di supporto per acquisti con carta di credito con sede principale a Malta. A marzo, Kroger principale rivenditore Usa di KuCoin ha attivato un accordo con Morgan Creek Digital e installato la rete Lightning nei suoi negozi dopo avere abbandonato Visa a causa delle commissioni troppo onerose.

 

Scarica l'articolo in PDFgenera pdf
Inserito il:09/04/2019 12:20:08
Ultimo aggiornamento:09/04/2019 12:31:44
Condividi su
Ho letto e accetto le condizioni sulla privacy *
(*obbligatorio)
ARCHIVIO ARTICOLI
nel futuro, archivio
Torna alla home
nel futuro, web magazine di informazione e cultura
Questo sito utilizza cookies.Informazioni e privacy policy

Associazione Culturale Nel Futuro – Corso Brianza 10/B – 22066 Mariano Comense CO – C.F. 90037120137

yost.technology