In questo sito utilizziamo dei cookies per rendere la navigazione più piacevole per i nostri clienti.
Cliccando sul link "Informazioni" qui di fianco, puoi trovare le informazioni per disattivare l' installazione dei cookies,ma in tal caso il sito potrebbe non funzionare correttamente.Informazioni
Continuando a navigare in questo sito acconsenti alla nostra Policy. [OK]
Aggiornato al 06/06/2020

È molto più bello sapere qualcosa di tutto, che tutto di una cosa; questa universalità è la cosa più bella.

Blaise Pascal

Joseph Thiongo (France, 1974 - ) - Mount Kenya

 

La costosa Silvietta

di Davide Torrielli

 

Ieri sera davanti allo schermo, come di consueto, si alternano immagini diversamente stimolanti a riflessioni di alterna natura che hanno in comune, purtroppo, sentimenti di preoccupazione ed angoscia per la situazione che stiamo vivendo.

Mentre scorrono numeri e intenti, appare lei, come una star, analogamente ad una cantante od ad un capo di stato, scende la scaletta dell’aereo, non un dc9 Alitalia comune, ma un nostro aereo militare … Silvia Romano, indicata come “la cooperante”, tenuta ostaggio in mano a furfanti islamici per circa due anni dopo essere stata rapita in Kenia.

Fasciata in un abito tradizionale somalo, paese natio di questa classe di signori del terrore, paese che ha ammazzato tanta gente e che si ostina a dare protezione ai fautori del terrorismo, scende Silvietta dall’aereo che l’ha riportata a casa sua, o meglio, il paese che fu casa sua considerato che si è affrettata subito, non tanto a dare dei criminali a quelli che l’hanno sequestrata ma a far sapere a tutti noi che si è convertita all’islam, che ha imparato l’arabo e che uno dei gesti importanti che ricorda è che si fece dare un corano da leggere.

A questo punto, considerato che ci è costato un mare di soldi portarla a quella che fu la sua casa, e che lei dimostra di aver fatto sua una cultura che NON è la nostra, ma perché non è rimasta là a “cooperare”?

Intanto, ministro Di Maio, sarebbe bene presentare a Fatima Silvietta il conto di quanto ci è costato tutto il meccanismo della liberazione,riscatto incluso, che lei potrà versare comodamente con un F24 al Ministero degli Esteri e già che c’è, magari, mettersi a disposizione per cooperare qui perché vedi Silvietta, qui siamo nella merda, se vuoi cooperare qui da cooperare ce n’è quanto vuoi e la Caritas dovunque avrà piacere di averti con loro a cucinare pasta per i poveracci che la crisi sta colpendo duro davvero senza che tu vada in giro a fare danni tornando a casa tua o meglio che fu tua, con la preoccupazione di farci sapere che ti hanno trattato bene.

Come si dice, cornuti e mazziati.

Mentre attendiamo di sapere quanto ci è costata la tua inutile liberazione, e come “coopererai” ora qui nella nostra cattolica Italia, è bene che tu sappia che con questi presupposti, dopo un periodo di saluti alla tua famiglia, propongo che lo stesso aereo che ti ha costosamente portato indietro, ti ricarichi per trasferirti indietro nel paese che così bene ti ha trattato.

Un'altra pietra miliare della “cooperazione” di volonterose signorine in minigonna che, scevre dal voler mettersi a disposizione per aiutare i poveracci qui, preferiscono Malindi per prestare il proprio fondamentale quanto costoso aiuto ai bisognosi.

Ditele che qui a Rivoli, c’è la Caritas se vuol dare una mano ….

 

Inserito il:13/05/2020 15:14:32
Ultimo aggiornamento:13/05/2020 15:24:38
Condividi su
ARCHIVIO ARTICOLI
nel futuro, archivio
Torna alla home
nel futuro, web magazine di informazione e cultura
Ho letto e accetto le condizioni sulla privacy *
(*obbligatorio)
Questo sito utilizza cookies.Informazioni e privacy policy

Associazione Culturale Nel Futuro – Corso Brianza 10/B – 22066 Mariano Comense CO – C.F. 90037120137

yost.technology