In questo sito utilizziamo dei cookies per rendere la navigazione più piacevole per i nostri clienti.
Cliccando sul link "Informazioni" qui di fianco, puoi trovare le informazioni per disattivare l' installazione dei cookies,ma in tal caso il sito potrebbe non funzionare correttamente.Informazioni
Continuando a navigare in questo sito acconsenti alla nostra Policy. [OK]
Aggiornato al 14/12/2019

È molto più bello sapere qualcosa di tutto, che tutto di una cosa; questa universalità è la cosa più bella.

Blaise Pascal

Vasilij Vasil'evič Kandinskij (Mosca, 1866 – Neully-sur-Seine, 1944) - Composizione VIII (1930)

 

Professioni 4.0: un tema urgente per le nostre imprese

di Ruggero Vota

 

“Oggi sta maturando una competizione sempre più selvaggia tra aziende utenti, fornitori ICT e partner di entrambi per portare in casa quelle competenze digitali che in Italia, ma anche in altri Paesi in Europa, stanno iniziando a scarseggiare… La situazione è tale che presto dovremmo guardare all’estero e questo implica che le nostre aziende devono diventare più attrattive offrendo esperienze di lavoro all’altezza delle aspettative dei candidati che vogliamo portarci in casa… Non stiamo parlando di figure manageriali come quelle del Cio o del Ciso, ma di persone con competenze tecniche come: specialisti in governance dei dati, business-data-drivenexpert, programmatori con esperienza di sviluppo di modelli statistici e predittivi, e cloud architect/strategist in grado di far evolvere gli ambienti applicativi verso il cloud nella direzione più adeguata alla necessità aziendali, valutandone i benefici e i rischi connessi”.

Queste sono considerazioni, raccolte in privato dialogando con un importante dirigente IT di una altrettanto importante azienda italiana, che manda un forte segnale di allarme sulla scarsità di competenze digitali che presto potrebbero affliggere in modo diffuso aziende sia della domanda sia dell’offerta di soluzioni digitali, e non solo di grandi dimensioni.

La situazione critica è ancora più accentuata in quei tanti territori italiani di provincia dove è radicata una fiorente industria del software che in questi mesi ha visto iniziare la ‘partenza dei migliori’ verso città, non solo del nostro Paese, più attrattive e competitive, ‘catturati’ da posizioni ben più remunerate di quelle precedenti.

Molti responsabili IT inoltre stanno vivendo un periodo di frustrazione perchè vedono vanificare in poco tempo i propri sforzi: “Ti accorgi che è stato tutto inutile puntare sui migliori elementi interni, farli crescere con percorsi di formazione di alto livello, quando vedi che una volta posizionati sul mercato del lavoro con una nuova qualifica sicuramente interessante per molti soggetti, nel giro di poche settimane presentano la lettera di dimissioni per andare da un’altra parte”.

Il 2020 si preannuncia quindi come un anno nel quale l’innovazione nelle nostre imprese e nel nostro sistema Paese rischia di bloccarsi proprio per la mancanza di persone adeguatamente preparate a cui affidare lo sviluppo di determinate soluzioni.

Se mai si arriverà a dover cercare queste competenze all’estero, il problema sarà molto più vasto e andrà oltre a quello delle aziende coinvolte che oltre a dover dimostrare di ‘meritare’ la scelta dei candidati così faticosamente cercati e voluti, dovranno costruire dei pacchetti di ‘salary & retention’ dei dipendenti più ricchi di quelli attuali, prevedendo magari anche benefit come la casa e la scuola privata straniera per i figli...

Il problema delle Competenze 4.0 diventerà sempre più stringente e in questo senso non mancheranno studi, ricerche e tanti spunti di riflessione di diverso tipo che vedremo fiorire da ogni dove nei prossimi mesi. Tra i tanti che arriveranno, oggi ci permettiamo di segnalare ai lettori l’uscita del libro ‘Professioni 4.0. La trasformazione digitale delle imprese e dei ruoli’ che Soiel International, l’editore di Office Automation, ha reso disponibile da poche settimane.

I tre autori del volume – Elena Vaciago, Vincenzo Sansonetti, Maria Grazia Filippini – non danno certo una risposta esaustiva al problema della scarsità di competenze come finora è stato evidenziato, ma hanno raccolto numerose esperienze di manager che lavorano nel nostro Paese proprio sul cambiamento che il digitale sta portando al loro ruolo e nelle loro realtà. Un vero e proprio ‘viaggio’ attraverso esperienze e testimonianze che offre una serie di preziosi e stimolanti suggerimenti per chi vuol mantenere e accrescere il proprio ruolo professionale di fronte alle nuove sfide.

L’opera si rivolge innanzitutto a manager aziendali, consulenti e imprenditori, ma anche a docenti e studenti universitari e a tutti coloro, soprattutto i tanti giovani che si affacciano al mondo del lavoro, che sono interessati a studiare i cambiamenti in corso nelle aziende che operano in Italia.

Il libro ‘Professioni 4.0’ può essere richiesto in Soiel International S.r.l. mandando una mail a: abbonamenti@soiel.it o accedendo al sito www.soiel.it compilando il form di richiesta.

Il prezzo di copertina di euro 19,00 comprende anche le spese di spedizione

Ruggero Vota

ruggero.vota@soiel.it

 

Inserito il:19/11/2019 11:54:46
Ultimo aggiornamento:19/11/2019 12:01:31
Condividi su
ARCHIVIO ARTICOLI
nel futuro, archivio
Torna alla home
nel futuro, web magazine di informazione e cultura
Ho letto e accetto le condizioni sulla privacy *
(*obbligatorio)
Questo sito utilizza cookies.Informazioni e privacy policy

Associazione Culturale Nel Futuro – Corso Brianza 10/B – 22066 Mariano Comense CO – C.F. 90037120137

yost.technology