In questo sito utilizziamo dei cookies per rendere la navigazione più piacevole per i nostri clienti.
Cliccando sul link "Informazioni" qui di fianco, puoi trovare le informazioni per disattivare l' installazione dei cookies,ma in tal caso il sito potrebbe non funzionare correttamente.Informazioni
Continuando a navigare in questo sito acconsenti alla nostra Policy. [OK]
Aggiornato al 17/06/2019

È molto più bello sapere qualcosa di tutto, che tutto di una cosa; questa universalità è la cosa più bella.

Blaise Pascal
vincenzo-campi-fruttivendola.JPG
Vincenzo Campi - 1536/1591- Fruttivendola

Cibo, quale futuro? 


Expo Milano 2015 e tematiche sul cibo.

Il prossimo anno dall' 1 maggio al 31 ottobre 2015 l'Italia ospiterà l'Expo Milano 2015; 184 giorni di evento, vi saranno oltre 130 Partecipanti in un Sito Espositivo sviluppato su una superficie di un milione di metri quadri per ospitare gli oltre 20 milioni di visitatori previsti.

I temi che verranno sviluppati saranno cinque: 

1) Padiglione Zero - racconta la storia dell’uomo sulla Terra attraverso il suo  rapporto con la natura e il cibo.

2) Future Food District - (#FFD) presenta possibili scenari legati all’applicazione estesa delle nuove tecnologie a ogni passaggio della catena alimentare.

3) Children Park - Uno spazio dedicato ai più piccoli e alle loro famiglie per far conoscere in maniera divertente il tema complesso della sostenibilità.

4) Parco della Biodiversità - un percorso in un grande giardino sulla straordinaria ricchezza di biodiversità presente sul nostro Pianeta.

5) Area Tematica Arts & Foods -  che vuole investigare il multiforme campo di relazione fra l’arte e l’alimentazione.

Due i temi che qui svilupperemo: il cibo del futuro, non solo inteso come nuove tecnologie, e la biodiversità, anche questo non solo limitatamente alla biodiversità agricola. 

Affronteremo questi temi in quanto lo scenario mondiale che ci si propone, impone ad ognuno di noi una riflessione sul consumo di cibo in modi e quantitativi differenti da quelli a cui siamo abituati fino ad adesso.

La riflessione s'impone in quanto gli scenari demografici futuri del pianeta cambieranno in modo esponenziale, le proiezioni dicono che la popolazione mondiale, nei prossimi trent'anni aumenterà da sette a nove miliardi di persone, la spinta dei Paesi emergenti cambierà il baricentro economico e sociale del mondo, l'allungamento dell'aspettativa di vita metterà a serio rischio tutti i sistemi di welfare in occidente, l'assetto e la classifica mondiale dei paesi più industrializzati cambierà, l'Italia verrà surclassata presto dalla Nigeria e nel 2050 si prevede che scenderemo in quattordicesima posizione.

Viste le premesse dobbiamo correre ai ripari, incominciare con la riduzione del consumo di suolo, l'azzeramento di uso dei pesticidi e fertilizzanti chimici e l'abbattimento dei costi energetici e la ricerca di fonti energetiche nuove e rinnovabili.

Nei prossimi articoli de il "Cibo, quale futuro?" ci occuperemo di: agricoltura e alimenti futuri, tecnologie alimentari, cibo alternativo e altro ancora che riguarda questo argomento.

Scarica l'articolo in PDFgenera pdf
Inserito il:21/11/2014 10:39:34
Ultimo aggiornamento:29/12/2014 17:09:05
Condividi su
Ho letto e accetto le condizioni sulla privacy *
(*obbligatorio)
ARCHIVIO ARTICOLI
nel futuro, archivio
Torna alla home
nel futuro, web magazine di informazione e cultura
Questo sito utilizza cookies.Informazioni e privacy policy

Associazione Culturale Nel Futuro – Corso Brianza 10/B – 22066 Mariano Comense CO – C.F. 90037120137

yost.technology