In questo sito utilizziamo dei cookies per rendere la navigazione più piacevole per i nostri clienti.
Cliccando sul link "Informazioni" qui di fianco, puoi trovare le informazioni per disattivare l' installazione dei cookies,ma in tal caso il sito potrebbe non funzionare correttamente.Informazioni
Continuando a navigare in questo sito acconsenti alla nostra Policy. [OK]
Aggiornato al 18/10/2018
tissot-la-lettera.JPG
Jacques Joseph Tissot (1836 - 1902) – La lettera -1876

La lettera commerciale è una lettera personale.


La lettera è una forma di una comunicazione scritta che ha il vantaggio, non solo di lasciare traccia del contenuto, ma anche di essere ponderata, ripensata, corretta o riscritta. Può essere riletta, valutata, archiviata, accettata, discussa, oppure cestinata.
Per tale motivo, la lettera commerciale (o formale) in particolare, è uno strumento essenziale nei rapporti tra le  imprese, al fine di transazioni commerciali e da essa può dipendere l'esito di molti affari.

La struttura della lettera formale, a differenza di quella cosiddetta personale o confidenziale è  quindi, abbastanza rigida nelle varie parti che la compongono e poco si presta alla creatività o a stili soggettivi.
Ha spesso un tono formalmente cordiale ma distaccato, soprattutto quando è rivolta ad un  destinatario che non si conosce personalmente.
La parte introduttiva è generalmente composta da frasi fatte per entrare subito in media res; mentre il corpo centrale che contiene la comunicazione vera e propria, rispetta i seguenti criteri:
- Uso corretto dell'ortografia, della sintassi e della punteggiatura (una virgola omessa o fuori posto può cambiare completamente il significato di una frase, compromettendo la giusta comprensione di un intero concetto).
- Chiarezza. Il testo è esposto in modo preciso e comprensibile, onde evitare malintesi o errate interpretazioni.
-  Sintesi. Evitando ridondanze e frasi  non necessarie, l'attenzione del lettore non viene distolta dal concetto principale. Se vi sono più temi da affrontare, si fa capoverso  per ognuno di essi. La   concisione favorisce la chiarezza.
- Completezza. L'inserimento di alcuni dettagli e precisazioni brevemente esposti, sono ritenuti utili   per la totale comprensione del testo.
Infine, anche i saluti che precedono la firma ed i riferimenti personali ed aziendali, sono di solito rivolti con frasi di chiusura convenzionali.

Se ripartiamo però, dal presupposto che i rapporti tra aziende sono prima di tutto relazioni tra persone, va da sé che una siffatta comunicazione formale, senza uno stile personale, pur essendo efficace sul piano della comprensione, di certo non  avvicina le parti sul piano umano e può rendere difficoltoso se non vano, ogni tentativo di interazione. Al contrario, possiamo ben immaginare quanto una lettera, se “personalizzata” e “umanizzata”,  possa contribuire in modo determinante a dare valore all'intero e a volte, lungo processo di costruzione e sviluppo di molte relazioni professionali, favorendo un contesto di apertura al dialogo, impostato su fiducia, collaborazione, disponibilità ed impegno reciproci delle parti.

Una lettera commerciale che pur essendo indirizzata ad un'azienda, è in realtà letta da una persona fisica va considerata allora, a tutti gli effetti, una lettera personale. Pertanto, andrebbe pensata per  la persona a cui è rivolta, al ruolo che riveste all'interno dell'azienda e, pur nella dovuta forma rispettosa e professionale che il rapporto richiede, scritta con un tono cordiale, ma colloquiale e personalizzato, evitando per esempio, la rigidità espressiva nell'esposizione dei concetti, le frasi fatte, i saluti convenzionali, i troppi tecnicismi, il distacco umano.
Una lettera così  presentata, non solo identifica e distingue immediatamente il mittente azienda/persona, ma può rappresentare un valido strumento di comunicazione con tutte le potenzialità per instaurare, sviluppare e/o rafforzare rapporti aziendali al fine del buon esito delle transazioni commerciali.

Scarica l'articolo in PDFgenera pdf
Inserito il:27/05/2015 00:08:07
Ultimo aggiornamento:15/06/2015 09:31:08
Condividi su
Ho letto e accetto le condizioni sulla privacy *
(*obbligatorio)
nel futuro, web magazine di informazione e cultura nel futuro, archivio
Questo sito utilizza cookies.Informazioni e privacy policy
yost.technology