In questo sito utilizziamo dei cookies per rendere la navigazione più piacevole per i nostri clienti.
Cliccando sul link "Informazioni" qui di fianco, puoi trovare le informazioni per disattivare l' installazione dei cookies,ma in tal caso il sito potrebbe non funzionare correttamente.Informazioni
Continuando a navigare in questo sito acconsenti alla nostra Policy. [OK]
Aggiornato al 19/10/2018

Mario Sanzone (Napoli, 1946 - ) - Nizza at Night - Oil on canvas

 

Ma un po di orgoglio?

di Davide Torrielli

 

Francamente non sono mai stato uno strenuo assertore del nazionalismo italiano essendo, un po’ come tutti, caratterizzato prevalentemente da spirito critico un po’ estremo.

Devo però ringraziare in questi giorni, sia i francesi che gli spagnoli per avere inciso in modo significativo su questa parte del mio carattere, risvegliando in modo anche brusco, i sopiti concetti della Patria e dell’amor proprio.

Grazie, eredi degli arabi e grazie prodi sostenitori dello champagne: avete iniziato un qualcosa di inevitabile che avrà conseguenze non proprio piacevoli, in primis per noi di certo ma a seguire anche per loro verranno tempi meno brillanti.

Il nostro è certamente un popolo di gente per bene ed un po’ pecoroni, ma a forza di fare, dagli e dagli, magari si incazzano anche gli italiani.

La chiusura dei loro porti ed il rifiuto di collaborare è uno schifo ed uno schiaffo in piena faccia cui si spera il nostro primo ministro reagisca in modo violento, scomposto, indignato e determinato, a suon di minacce senza tanto politically correct.

Personalmente un ritiro degli ambasciatori dritto come un fuso, da Parigi e Madrid, sarebbe la prima cosa da fare, subito e senza tanti preavvisi e la speranza è che Gentiloni, sia in questa occasione meno rispondente al suo pregevole cognome e si trasformi per una volta in Violentoni.

L’invito a tutti i lettori che conservano ancora un minimo di orgoglio, è quello di scrivere alla Presidenza del Consiglio una mail che determini quanto siamo fuori dalla grazia di Dio di fronte a tanta arroganza e sconsideratezza da parte di quelli che dovrebbero essere i nostri compagni di vita.

Ma ragazzi, se l’Europa è questa, alla larga di corsa. Forse gli inglesi lo hanno capito prima.

Vado a scrivere la mail al Presidente del Consiglio. Saluti.

 

Scarica l'articolo in PDFgenera pdf
Inserito il:07/07/2017 16:22:49
Ultimo aggiornamento:07/07/2017 17:16:41
Condividi su
Ho letto e accetto le condizioni sulla privacy *
(*obbligatorio)
nel futuro, web magazine di informazione e cultura nel futuro, archivio
Questo sito utilizza cookies.Informazioni e privacy policy
yost.technology