In questo sito utilizziamo dei cookies per rendere la navigazione più piacevole per i nostri clienti.
Cliccando sul link "Informazioni" qui di fianco, puoi trovare le informazioni per disattivare l' installazione dei cookies,ma in tal caso il sito potrebbe non funzionare correttamente.Informazioni
Continuando a navigare in questo sito acconsenti alla nostra Policy. [OK]
Aggiornato al 18/03/2019

È molto più bello sapere qualcosa di tutto, che tutto di una cosa; questa universalità è la cosa più bella.

Blaise Pascal

Jennifer Owens (Irlanda, 1982 - ) - Discussion Developed (2008)

 

Indisciplina

di Giorgio Panattoni

 

Chiedo subito scusa per non seguire i suggerimenti di chi chiede di lasciar lavorare questo governo e di valutare a cose fatte e tra qualche tempo le decisioni prese.

Hanno appena incominciato, lasciamoli fare in pace.

Un invito a stare zitti.

Esprimere le proprie valutazioni non è ovviamente un modo di interferire sull'operato di maggioranze legittimate dal voto, ma una forma di vita politica e sociale tipica della democrazia, sulla quale bisognerebbe riflettere e magari formare i cittadini a partecipare esprimendo giudizi di merito sulle singole questioni non delegabili a nessuno, fuori dagli interessi e dagli slogans usati per attirare il consenso.

Del resto lo fa anche Di Maio quando supporta i gilet gialli, forma di espressione diretta da parte di categorie di cittadini, offrendogli addirittura la piattaforma Rousseau!

In Francia sì, in Italia no.

Ma lasciamo perdere, è ancora troppo vivo il ricordo delle decine di migliaia di persone incarcerate in Turchia, magistrati, giornalisti, insegnanti etc. perchè in odore di non essere d'accordo con Erdogan, che ha modificato allo scopo persino la costituzione del paese.

Veniamo alle nostre questioni.

  • Il mìnistro della Sanità Grillo ha ordinato la schedatura politica, estesa ai famigliari, dei componenti del Consiglio Superiore della Sanità.

Il Consiglio Superiore di Sanità è un organo di consulenza tecnica e scientifica del Ministero della salute italiano. Svolge funzioni sia consultive sia propositive nei confronti del dicastero ed esprime pareri tecnico-scientifici, ove richiesto (e, comunque, ogni volta sia obbligatorio per legge), a beneficio del ministro, delle direzioni generali del ministero, oltre che dell'Autorità giudiziaria, ove quest'ultima ritenga necessario interpellarlo per dirimere contenziosi.

  • Si tratta di persone di elevata specializzazione che devono operare per garantire la sanità del paese. La motivazione è perlomeno curiosa “perché occorre un ricambio esteso”.
  • Come se gli scienziati fossero classificabili in base alle loro opinioni politiche!
  • Questa operazione è incostituzionale, non capisco cosa si aspetti a denunciare alla Corte questa iniziativa. Il giudizio politico lo lascio a chi legge.
  • Se poi come al solito si grida al sabotaggio ….
  • Si vuole introdurre il referendum propositivo, come in Svizzera, si dice, ma senza quorum. Cioè basta che partecipino qualche migliaia di persone, come avviene normalmente nelle verifiche sul web delle proposte dei Cinque Stelle, per poter impegnare il Governo a fare una legge nel senso indicato nel referendum.
  • Peccato che in Svizzera il quorum esiste ed è rigorosamente applicato: deve andare a votare la metà più uno dei cittadini, e per certi referendum occorre anche la maggioranza assoluta dei cantoni!
  • Via, siamo seri.
  • Migranti e il dramma dei 49 poveretti in mare da settimane senza possibilità di sbarco. I porti italiani sono chiusi, anche se le autorità portuali dichiarano il contrario. L'Europa deve trovare un accordo su dove fare arrivare queste 49 persone. 49, non mille! Ma Salvini dice che lui non molla.
  • Io personalmente sono d'accordo che serva una politica europea frutto di un accordo tra gli stati membri (tutti), ma non posso condividere il metodo, come non lo condivide il Papa, e tante altre persone di buon senso.
  • Non si afferma un “diritto” sulla pelle della gente, che ovviamente non ha alcuna responsabilità. Soprattutto quando viene salvata dal mare.
  • Forse la soluzione è fissare un termine (tre mesi) per definire un accordo in sede europea, con un regime transitorio che impegni alla solidarietà.
  • E poi non ho capito una cosa: alcuni stati europei si sono dichiarati disponibili a ricevere i naufraghi. Allora dove è il problema in questo caso? E' una questione di principio, non ci si piega neppure all'evidenza di un dramma, per di più incomprensibile?
  • Sarà bene che almeno i cattolici facciano sentire alta e chiara la loro voce, organizzandosi per fare quello che già fanno in termini di assistenza.
  • Per ultimo le trivelle marine in Puglia. Uno scontro duro dentro il governo, Di Maio afferma che si devono fare, il Ministro dell'Ambiente che non le farà mai. Vedremo.
  • E' caratteristica di questo governo il dover aggiornare di continuo le decisioni che deve prendere, seguendo i continui cambiamenti di rotta, tranne ovviamente sulla immigrazione e sulle norme definite da Salvini.
  • Forse.

 

Scarica l'articolo in PDFgenera pdf
Inserito il:08/01/2019 11:29:06
Ultimo aggiornamento:08/01/2019 11:37:38
Condividi su
Ho letto e accetto le condizioni sulla privacy *
(*obbligatorio)
ARCHIVIO ARTICOLI
nel futuro, archivio
Torna alla home
nel futuro, web magazine di informazione e cultura
Questo sito utilizza cookies.Informazioni e privacy policy
yost.technology