In questo sito utilizziamo dei cookies per rendere la navigazione più piacevole per i nostri clienti.
Cliccando sul link "Informazioni" qui di fianco, puoi trovare le informazioni per disattivare l' installazione dei cookies,ma in tal caso il sito potrebbe non funzionare correttamente.Informazioni
Continuando a navigare in questo sito acconsenti alla nostra Policy. [OK]
Aggiornato al 30/03/2020

È molto più bello sapere qualcosa di tutto, che tutto di una cosa; questa universalità è la cosa più bella.

Blaise Pascal

Felice Casorati (Novara, 1883 - Torino, 1963) - Il sogno del melograno

 

La siesta (13)

di Gianni Di Quattro

 

Di Maio è stato fatto fuori e, malgrado quello che lui vuole e dichiara, difficilmente ritornerà ai ruoli di prima. Bisogna fargli, ora che sta uscendo dal teatro della politica, i complimenti. Un ragazzo senza cultura, senza esperienza, senza lavoro, non ricco, senza legami con gruppi di influenza che riesce ad essere quello che lui è stato, è assolutamente degno di grande considerazione. Certamente (detto a bassa voce e tra parentesi) un pensiero va anche a come è ridotto il paese.

Si continua a parlare di centro destra nel nostro paese. Secondo me è più proprio parlare di destra e, forse per essere più precisi ancora, di ultra destra. Una destra liberale, democratica, libertaria, laica, moderna nel nostro paese non c’è e lo aveva capito e lo diceva anche Montanelli (nulla è cambiato da allora). Adesso quella che c’è è anche mischiata a correnti sovraniste e populiste, nonché a frange di nostalgici di passati regimi.

Fotografie di uomini di Stato del nostro paese: il presidente della Regione Lombardia (sì proprio Lombardia), tale Sig. Fontana che pare sia anche avvocato, ha detto che in Emilia ha vinto Bonaccini per merito di disabili e centenari portati a votare. What else?

La cosa più impressionante del mondo di oggi, forse per la tecnologia, forse per il ruolo della comunicazione, certamente per merito importante di internet è l’accelerazione che si ha in tutte le cose. Tutto cambia ma con una velocità così straordinaria che le previsioni ormai sono obsolete nel momento in cui sono diffuse. Tutte le previsioni, da quelle meteorologiche a quelle economiche, da quelle politiche a quelle militari, da quelle culturali a quelle sociali. Vivere senza previsioni è come vivere dentro ad una commedia dell’arte, in cui gli attori recitano a soggetto e non devono imparare una parte. Somiglia a quello che succede oggi, o no?

Non penso che si saprà mai la verità sul caso Regeni. Le cose che si svolgono in quei paesi, il ruolo di tanti personaggi ufficiali e ufficiosi, gli interessi politici lo impediscono come da sempre. Non capisco tuttavia perché non si indaga di più sul ruolo di Cambridge, quale era il compito dato a Giulio, chi potevano essere i committenti (chi pagava) e perché poteva nascere l’equivoco sui temi di indagine del povero Giulio (è accertato che c’è stato un equivoco come minimo), quale era lo scopo della analisi, se c’era consapevolezza di possibili rischi.

Il piano di Trump per il Medio Oriente? Via libera al piano di Israele, una maniera bizzarra di fare il mediatore.

Ma Massimo D’Alema tra la sua Fondazione, le sue scarpe, le barche e il vino non ha più tempo per darci i suoi illuminati pareri o ha deciso di limitarsi a fare il suggeritore solamente ai leader dei partiti che lui considera degni (in verità uno solo dove ci sono alcuni suoi discepoli)? Chissà!

Il Fatto Quotidiano è un giornale, un partito, un gruppo di influenza o che altro? È importante saperlo per capire come giudicare i dipendenti di questa ditta. Li dobbiamo vedere e giudicare come giornalisti, come politici, come gruppo al servizio di chi vuole conquistare il potere o far cadere chi lo ha? Perché a seconda di quello che si decide o si conferma il giudizio può cambiare.

La frase di Travaglio “non c’è nulla di male se un presunto innocente è in carcere” avrebbero potuto dirla anche Erdogan per esempio, ma anche Bolsonaro in Brasile e tanti altri.

C’è un collaboratore del Fatto Quotidiano che si chiama Andrea Scanzi che viene sempre invitato a parlare in tv in particolare alla 7 nella trasmissione della Gruber e non si capisce in virtù di quale competenza e di quale cultura. Ma la cosa impressionante è che mostra la sua faccia sempre incavolata e triste come se avesse appena subito un interrogatorio da parte della Gestapo.

Alfonso Bonafede è ministro della giustizia, laureato in legge ma con scarse conoscenze di diritto come dimostrano i suoi interventi e le sue interviste (confondere il dolo con la colpa è il massimo della ignoranza), è stato nominato, inoltre, capo della delegazione al governo del movimento 5 stelle. Penso che il suo modo sgangherato e sgrammaticato di esprimersi, messo a confronto con i ruoli che ricopre (non parliamo delle esigenze del paese per carità ovviamente), rappresenta bene il baratro culturale nel quale è precipitato il paese.

Forse è proprio vero quello che dice un intelligente personaggio che calca le scene del palcoscenico politico italiano (comprendente anche i media e i tanti consulenti, analisti e portaborse) quando sostiene che i Presidenti del Consiglio mediocri hanno più successo di quelli maggiormente capaci e innovativi e cita una sfilza di esempi. Magari perché il potere burocratico (che è uno dei forti) ama la mediocrità che disturba meno. Vuoi vedere che allora anche l’attuale Presidente, autonominatosi avvocato del popolo, può avere successo?

È ufficiale: è nata la compagnia aerea siciliana che ha annunciato il primo volo per il prossimo 14 giugno e che cerca soci promettendo brillante avvenire nel senso soldi per tutti e vantaggi per i siciliani che viaggiano. Per il momento non ha aerei, soldi, strutture, accordi. Non si conoscono nemmeno le linee che vogliono coprire e le autorizzazioni in loro possesso. Hellzapoppin vive!

 

Inserito il:31/01/2020 12:01:45
Ultimo aggiornamento:31/01/2020 12:06:23
Condividi su
ARCHIVIO ARTICOLI
nel futuro, archivio
Torna alla home
nel futuro, web magazine di informazione e cultura
Ho letto e accetto le condizioni sulla privacy *
(*obbligatorio)
Questo sito utilizza cookies.Informazioni e privacy policy

Associazione Culturale Nel Futuro – Corso Brianza 10/B – 22066 Mariano Comense CO – C.F. 90037120137

yost.technology