In questo sito utilizziamo dei cookies per rendere la navigazione più piacevole per i nostri clienti.
Cliccando sul link "Informazioni" qui di fianco, puoi trovare le informazioni per disattivare l' installazione dei cookies,ma in tal caso il sito potrebbe non funzionare correttamente.Informazioni
Continuando a navigare in questo sito acconsenti alla nostra Policy. [OK]
Aggiornato al 19/09/2019

È molto più bello sapere qualcosa di tutto, che tutto di una cosa; questa universalità è la cosa più bella.

Blaise Pascal

Jules-Louis Machard (Sampan, Francia, 1839 - Meudon, 1900) - Le Rêve d'Eros

 

Eros come antidoto alla crisi

di Alessandra Tucci

 

Si parla tanto di crisi oggi, in ogni contesto, tutti i settori.

Crisi economica, finanziaria, crisi sociale, crisi familiare, sessuale. Crisi di valori, crisi di identità, morale, religiosa. Crisi ambientale. Crisi spirituale.

Imbrattata e impantanata dalla rottura di equilibri sicurezze e prospettive, paralizzata nell’opera di recupero e ricomponimento dal sordo tam tam di apocalittiche previsioni, la società odierna va giù, senza fiato, nessun appiglio.

Sprofonda. Inesorabile, spanata, congelata. Nelle sabbie mobili e molli di una visione tutta proiettata ad un futuro informe e inesistente che ha perso l’attenzione analitica al presente, e la saggezza, degli antichi.

Ha perso il proprio passato, con esso ogni possibile appiglio. Con l’Eros che le (s)fugge via da quelle mani ormai troppo infangate.

Eppure.

Che tutto ciò che esiste è energia e l’energia è tutto ciò che c’è è stato Einstein a dircelo, ormai un secolo fa.

Che sintonizzarsi su una qualsiasi frequenza vibrazionale equivale a materializzarne la realtà è la scienza oggi a spiegarcelo, non più solo il pensiero esoterico e filosofico a suggerircelo.

Siamo energia, un’energia potente. Ormai è un fatto.

Creiamo con il pensiero e con tutte le parole che nel quotidiano usiamo.

Siamo energia e abbiamo in noi la scelta. Quella vincente. O, se vogliamo, la scelta devastante.

Nostra è la scelta e nostro è il potere in questa manifesta realtà duale. Che ci piaccia o no.

Che ci piaccia o no, c’è tutto e c’è il suo esatto opposto in questo ancora troppo ignoto nostro universo vibrazionale.

C’è la scelta in noi. E c’è l’Eros a guidarci.

Nel tutto informe e potenziale resosi duale noi abbiamo l’Eros, serve solo sfoderarlo.

Abbiamo la pulsione dal multiforme ingegno per sorvolare l’apparenza, frantumare ogni schema, ricomporre il divide ed impera, per costruire ponti. Oltre le righe, a penetrare l’essenza.

Eros è conoscenza. Al di là del velo di Maya. E’ desiderio, scoperta, ricerca, è godimento, piacere. Estremi.

E’ espansione, nel di più, nell’oltre, è il nostro potere di afferrare l’impossibile. Eros è fibrillante tensione all’armonia. Costante.

Riappropriamocene. Torniamo ad essere quello che siamo. Creature erotiche.

 

Scarica l'articolo in PDFgenera pdf
Inserito il:30/08/2019 18:54:30
Ultimo aggiornamento:30/08/2019 19:02:08
Condividi su
Ho letto e accetto le condizioni sulla privacy *
(*obbligatorio)
ARCHIVIO ARTICOLI
nel futuro, archivio
Torna alla home
nel futuro, web magazine di informazione e cultura
Questo sito utilizza cookies.Informazioni e privacy policy

Associazione Culturale Nel Futuro – Corso Brianza 10/B – 22066 Mariano Comense CO – C.F. 90037120137

yost.technology