Aggiornato al 19/05/2022

Non sono d’accordo con quello che dici, ma difenderò fino alla morte il tuo diritto a dirlo

Voltaire

Pieter de Jode (Anversa, 1570 - 1634) - Il Giudizio Universale

 

Disvelamento in diretta

di Margherita Barsimi

 

Sabato 26 marzo, una troupe della sede regionale Rai di Aosta era in trasferta a Issime. Non è stata certamente una delle molte, spesso di routine, destinate a essere presto dimenticate, perché aveva il compito di riprendere, in diretta, per il TGR delle ore 14, il momento dell’apertura dell’involucro con cui è arrivata l’incisione di cui tanto s’è parlato nell’arco dell’ultimo mese…

La stampa del Giudizio Universale di Pieter de Jode, incisa a bulino ad Anversa, nel 1615, infatti, dopo l’esito positivo della sottoscrizione lanciata dall’Associazione Augusta, il 3 marzo è arrivata a Issime. Erano presenti, nella sede dell’Associazione Culturale “Augusta”, oltre ai membri del Direttivo, alla Sovrintendente ai Beni Culturali Cristina De La Pierre, alla Direttrice dell’Ufficio Beni Culturali Ecclesiastici e Edilizia di Culto della Diocesi, dottoressa Roberta Bordon, la storica dell’arte, dottoressa Sandra Barberi, principale “responsabile”, assieme a Michele Musso, dell’intera operazione. In questo caso il valore assolutamente positivo del termine, usato più spesso con valore negativo, racchiude in sé sia l’assoluta competenza in fatto di storia dell’arte, sia la dimensione della scoperta e dello spirito avventuroso di chi, non si limita a “descrivere” ma anche a “immaginare”.

Avendo avuto l’incarico di “descrivere” l’affresco della facciata della Chiesa di Issime- racconta la dottoressa Barberi- mi sono imbattuta, in rete, in un’incisione a bulino tratta dall’originale secentesco. Dopo lo strepitoso successo di una serata, quella del 30 luglio, abbastanza unica per l’equilibrio delle parti e l’originalità dei contributi, ho continuato a “investigare” fino a quando ho trovato che un antiquario di Anversa aveva messo in vendita una copia della litografia… A quel punto nasce l’avventura della sottoscrizione aperta in rete, che nell’arco di poco più di un mese, ha permesso di portare a termine l’acquisto e di ufficializzarlo, attraverso il canale televisivo regionale, in un giorno che rimarrà memorabile nella storia dell’associazione per la doppia valenza simbolica: da un lato, l’acquisizione di un bene artistico avvenuta per adesione spontanea di tanti singoli individui, dall’altro, la presa in carica ufficiale in occasione della prima delle due giornate che il FAI dedica, all’inizio della primavera, ai beni artistici italiani”.

Altro grande valore simbolico, non certamente trascurabile nella temperie particolare del momento, è che un piccolo paese della Valle d’Aosta, dal 26 marzo 2022, potrà vantare tra i suoi tesori d’arte un’opera prodotta non in Italia, ma che è stata motivo d’ispirazione a Francesco Biondi, che nel 1698 fu incaricato di affrescare la facciata della Chiesa di san Giacomo. Che dire poi dell’immagine di copertina scelta per l’ultimo numero della rivista “Augusta” che riportava il particolare della stampa, praticamente sovrapponibile a un elemento caratterizzante l’affresco di Issime? Ora come ora è ampiamente giustificata in tutto il suo esaltante valore, un po’scaramantico, di buon augurio per la continuazione di un percorso appena iniziato e che si potrà dire completato solo quando sarà definita la progettazione della teca in cui conservare il prezioso acquisto,  e la scelta del luogo stesso in cui sarà esposto…

L’auspicio generale è che i tempi di realizzazione non siano tali da vanificare la “carica” di ottimismo rappresentata dall’intera operazione e che tutto si concluda prima dell’estate, per poter chiudere il cerchio là dove tutto è iniziato…

 

Inserito il:29/03/2022 16:56:54
Ultimo aggiornamento:29/03/2022 17:02:30
Condividi su
ARCHIVIO ARTICOLI
nel futuro, archivio
Torna alla home
nel futuro, web magazine di informazione e cultura
Ho letto e accetto le condizioni sulla privacy *
(*obbligatorio)


Questo sito non ti chiede di esprimere il consenso dei cookie perché usiamo solo cookie tecnici e servizi di Google a scopo statistico

Cookie policy | Privacy policy

Associazione Culturale Nel Futuro – Corso Brianza 10/B – 22066 Mariano Comense CO – C.F. 90037120137

yost.technology | 04451716445