In questo sito utilizziamo dei cookies per rendere la navigazione più piacevole per i nostri clienti.
Cliccando sul link "Informazioni" qui di fianco, puoi trovare le informazioni per disattivare l' installazione dei cookies,ma in tal caso il sito potrebbe non funzionare correttamente.Informazioni
Continuando a navigare in questo sito acconsenti alla nostra Policy. [OK]
Aggiornato al 14/11/2018

Agim Meta (Albania, 1965) - La piccola isola della grande noia (2007) - Olio e collage su tela

 

Poesie inedite: La Merla

di Iman Zahra Favretto

 

La Merla

Oggi, uscendo da scuola,

mi sono imbattuta in una Merla.

Non è la prima volta che la vedo li,

sul ciglio della strada a mangiare

briciole di pane sporco e ammuffito,

ma solo oggi mi sono accorta

di non averla mai vista,

mai realmente.

Mi sono fermata e l'ho osservata.

Passava una persona e lei si scansava,

lasciandole la strada libera.

Passava una macchina e lei rimaneva lì,

sul ciglio della strada, immobile.

Solo oggi mi sono accorta

che quella Merla non è mai esistita,

eppure tutti la vedono,

ma nessuno la guarda.

Lei è lì,

credetemi se vi dico che c'è veramente!

Continua a mangiare,

sempre quelle briciole di pane sporco e ammuffito.

Lei non è più un animale,

non conosce più il sapore della libertà

o dei frutti della natura.

Continua a mangiare,

continua a vivere e a volare

senza una meta.

Noi siamo diventati come lei ...

"animali senza meta".

 

Scarica l'articolo in PDFgenera pdf
Inserito il:15/03/2018 15:36:03
Ultimo aggiornamento:15/03/2018 15:44:03
Condividi su
Ho letto e accetto le condizioni sulla privacy *
(*obbligatorio)
nel futuro, web magazine di informazione e cultura nel futuro, archivio
Questo sito utilizza cookies.Informazioni e privacy policy
yost.technology