Aggiornato al 26/05/2022

Non sono d’accordo con quello che dici, ma difenderò fino alla morte il tuo diritto a dirlo

Voltaire

Pietro Fragiacomo (Trieste, 1856 - Venezia, 1922) - Querce abbattute

 

Quercia

Poesia di Mario Sodi

 

 

 

Radici serrate dall’asfalto

a patire, mia quercia,

la vita.

 

Oltre l’assedio

è la strozzata solitudine

che ti umilia.

Non vivono più i rami gli ampi spazi

fioriti fra le vigne,

i gelsi

da podere a podere, le operose

coloniche col fiato dei camini

e le feste sull’aia.

Spenta ogni vena

tra i grigi casamenti,

nel fragore del giorno

e nella notte dei freddi schermi.

 

Picchia sul tronco l’accetta

ed il cuneo d’acciaio rompe la fibra

sprizza la sega il midollo

e

lentamente

dal cielo sulla pietra

schianti

carni bianchissime.

Quello spazio vuoto

vo ricreando,

saturi i sensi di un acuto aroma

dal corpo reciso.

Come il profumo delle scoppiettanti

bruciate della nonna,

o l’odore del Corriere dei Piccoli

nella magica bottega in via Duprè.

 

Il mio sguardo per sempre ti disegna,

verticale creatura

nel nostro

moribondo

lunapark.

 

 

 

Inserito il:28/02/2020 14:54:33
Ultimo aggiornamento:28/02/2020 15:06:41
Condividi su
ARCHIVIO ARTICOLI
nel futuro, archivio
Torna alla home
nel futuro, web magazine di informazione e cultura
Ho letto e accetto le condizioni sulla privacy *
(*obbligatorio)


Questo sito non ti chiede di esprimere il consenso dei cookie perché usiamo solo cookie tecnici e servizi di Google a scopo statistico

Cookie policy | Privacy policy

Associazione Culturale Nel Futuro – Corso Brianza 10/B – 22066 Mariano Comense CO – C.F. 90037120137

yost.technology | 04451716445