Aggiornato al 04/10/2022

Non sono d’accordo con quello che dici, ma difenderò fino alla morte il tuo diritto a dirlo

Voltaire

Lucia Heffernan (USA, 1966 -   ) – Late Night Thriller


Romanzi che non nascono…

di Cesare Verlucca & Giorgio Cortese

 

Cari amici,

posso farvi una confidenza?

Voi sapete che Giorgio ed io, da un po’ di tempo a questa parte, siamo soliti scrivere qualcosa di comune accordo, anche se spesso non siamo d’accordo affatto; ma, come sostengo sempre, quello che conta è la salute.

Lui è un accanito e validissimo ricercatore degli argomenti più disparati, sui quali io mi insinuo più per la forma che per la sostanza; ed è anche per questo che lo sto da tempo tampinando per indurlo a fare con me un romanzo giallo che sarebbe molto più divertente, e posso anche spiegare perché.

Nella mia ormai lunga vicenda esistenziale, oltre a una quantità di cose piacevoli fatte (come costruire un villaggio di 24 ville nel pieno centro di Ivrea, o regalare a Giovanni Paolo II, sull’altare del Duomo eporediese, la prima copia in facsimile autentico del Sacramentarium Episcopi Varmundi, ricevendo dal futuro Santo plauso e ringraziamenti di fronte al folto pubblico che riempiva la chiesa); ho anche scritto parecchi libri, dieci dei quali gialli: cinque con un amico e cinque con un altro partner, e con due editori diversi.

Mi piacerebbe moltissimo fare un’altra prova: giunto a cinque anni dal secolo mio che mi auguro di arrivare a conoscere, probabilmente non ho molto tempo a disposizione, ma non sarà questo che fermerà le mie vivaci prospettive, I suppose…

Dopo la mia ultima insistenza, Giorgio, richiamandosi a un recente drammatico problema dell’impianto telematico del mio ufficio, mi ha inviato un lungo messaggio pregandomi di restare nel gioco che sta andando avanti da poco più di un anno con nelfuturo.com:

«Caro Cesare,

la Tua disavventura per problemi di mail, mi porta a riflettere sull’importanza della comunicazione tra gli esseri umani. Anticamente, parlo di centomila anni fa, gli esseri umani che popolavano il nostro pianeta comunicavano attraverso gesti che gradualmente hanno ceduto il posto alla lingua parlata. Man mano che la società diventava più complessa, la memoria collettiva del gruppo non bastava più per tramandare oralmente tutte le cose importanti. Era necessario avere una memoria al di fuori dell’oralità. Ecco che allora iniziarono ad annotare quanto dicevano, dai dipinti rupestri, alle schegge su ossi di animali, su delle pietre levigate e su tavolette di argilla. Inizialmente con dei simboli simili a quanto volevano comunicare e poi sempre più stilizzati. Era nata la prima scrittura, in questo modo la crescita della comunicazione portò allo sviluppo dei media per conservare e riutilizzare il crescente volume di informazioni».

Naturalmente, com’era prevedibile, il testo, ancorché interessante che magari ve lo invieremo a rate dopo averlo un poco infiorato, non risolveva la mia richiesta di fare un romanzo insieme alla maniera di Fruttero & Lucentini e, deciso di continuare la mia richiesta dirò ora a Giorgio, vostro tramite, di leggersi qualche romanzo giallo divertente, del tipo

Rancore di Gianrico Carofiglio, edito da Einaudi

Una piccola questione di cuore di Alessandro Rebecchi , edito Sellerio editore,

o magari anche di qualcuno dei cinque volumi di Mario T. Barbero & Cesare Verlucca, pubblicati nei Gialli Pintore una ventina di anni fa e probabilmente esauriti:

• Un colpo di fortuna

• Il diavolo ride

• Cinque cerchi di sangue

• La locanda delle vigne

• Marciarancia a Carnevale

La collana avrebbe dovuto continuare, ma c’è stato un contrattempo tra gli autori e degli ultimi due pronti per la stampa

• La tela del ragno

• Gli occhi del coccodrillo

non hanno visto la luce, e sono rimaste a mie mani le due copie dattiloscritte e ferme al palo. Riuscirò, secondo voi, a uscire dalla caverna buia a riveder le stelle, per fare con l’amico Giorgio l’ultimo giallo?

Male che vada, mi varrò del motto antico secondo il quale sic transit, gloria mundi…

Cesare

P.S.

All’ultimo momento pare che Giorgio sia intenzionato a fare con me il suo primo romanzo giallo, dal titolo (provvisorio) • L’amore che viene e che va

Se il programma dovesse proseguire ve ne terremo ovviamente informati…

 

Inserito il:14/08/2022 17:05:44
Ultimo aggiornamento:14/08/2022 17:11:12
Condividi su
ARCHIVIO ARTICOLI
nel futuro, archivio
Torna alla home
nel futuro, web magazine di informazione e cultura
Ho letto e accetto le condizioni sulla privacy *
(*obbligatorio)


Questo sito non ti chiede di esprimere il consenso dei cookie perché usiamo solo cookie tecnici e servizi di Google a scopo statistico

Cookie policy | Privacy policy

Associazione Culturale Nel Futuro – Corso Brianza 10/B – 22066 Mariano Comense CO – C.F. 90037120137

yost.technology | 04451716445